Ski news: Skeleton

  1. Un errore nella parte finale della seconda manche impedisce a Valentina Margaglio di tornare a casa con un altro piazzamento nella top ten nell'Intercontinental Cup dopo il nono posto nella prima tappa di Igls. L'azzurra, col terzo tempo di manche fino al penultimo intermedio, chiude soltanto al dodicesimo posto nella prima giornata di gare a Winterberg, in Germania. La fase di spinta continua ad essere il suo punto di forza, al punto da essere addirittura in testa al primo intermedio in 5"29 nella prima manche, quando pian piano ha perso un po' di velocità, al contrario della seconda, quando ha proseguito sui tempi delle più forti quasi fino alla fine. La gara è stata vinta dalla britannica Laura Deas che si è presa la rivincita sull'austriaca Janine Flock dopo la doppia sconfitta della settimana scorsa.

    Non riescono a migliorarsi rispetto alle gare di Igls neppure i due azzurri della squadra maschile: Joseph Luke Cecchini si classifica quindicesimo con due manche senza grandi sbavature, caratterizzate entrambe da una fase di spinta discreta (decimo tempo in partenza in tutte e due le occasioni) e da una guida non particolarmente veloce. Manuel Schwärzer ha centrato l'obiettivo di entrare nei primi 20, necessario per tornare in pista, e nella seconda manche, pur mostrando qualche progresso, non è riuscito a scalare posizioni chiudendo ventesimo. Il successo è andato al coreano Jung davanti al tedesco Von Schleinitz e al britannico Wyatt.

    Ordine d'arrivo skeleton femminile ICC Winterberg (Ger)
    1. GBR Deas Laura 58.00 (1) 57.72 (1) 1:55.72
    2. AUT Flock Janine 58.02 (2) 58.00 (3) 1:56.02 +0.30
    3. CZE Fernstaedt Anna 58.08 (3) 58.00 (3) 1:56.08 +0.36
    4. GBR Pittaway Ashleigh Fay 58.14 (4) 57.97 (2) 1:56.11 +0.39
    5. BEL Meylemans Kim 58.17 (5) 58.15 (5) 1:56.32 +0.60
    6. GER Kreher Susanne 58.31 (6) 58.23 (7) 1:56.54 +0.82
    7. GER Leipold Corinna 58.36 (7) 58.27 (8) 1:56.63 +0.91
    8. USA Henry Megan 58.68 (11) 58.22 (6) 1:56.90 +1.18
    9. AUS Narracott Jaclyn 58.43 (8) 58.50 (13) 1:56.93 +1.21
    10. RUS Shlapak Anastasia 58.67 (10) 58.37 (10) 1:57.04 +1.32
    10. RUS Tararychenkova Alina 58.58 (9) 58.46 (12) 1:57.04 +1.32

    12 ITA Margaglio Valentina 58.76 (12) 58.35 (9) 1:57.11 +1.39

    Ordine d'arrivo skeleton maschile ICC Winterberg (Ger)
    1. KOR Jung Seunggi 56.86 (3) 56.17 (1) 1:53.03
    2. GER Freiherr von Schleinitz Kilian 56.62 (1) 56.57 (3) 1:53.19 +0.16
    3. GBR Wyatt Marcus 56.72 (2) 56.57 (3) 1:53.29 +0.26
    4. GER Seibel Felix 56.87 (4) 56.54 (2) 1:53.41 +0.38
    5. GER Rady Dominic 57.21 (7) 56.90 (5) 1:54.11 +1.08
    6. RUS Veselov Egor 57.23 (8) 56.93 (6) 1:54.16 +1.13
    7. KOR Kim Jisoo 57.06 (5) 57.19 (9) 1:54.25 +1.22
    8. RUS Semenov Vladislav 57.32 (9) 57.20 (10) 1:54.52 +1.49
    8. GBR Thompson Craig 57.46 (10) 57.06 (7) 1:54.52 +1.49
    10. AUT Maier Samuel 57.08 (6) 57.48 (17) 1:54.56 +1.53

    15. ITA CECCHINI Joseph Luke 57.83 (14) 57.44 (15) 124,48 1:55.27 +2.24
    20. ITA SCHWAERZER Manuel 58.18 (20) 57.60 (18) 1:55.78 +2.75
  2. Piccolo passo avanti, ad Innsbruck, per Manuel Schwärzer nel secondo appuntamento consecutivo con la Coppa Intercontinentale di skeleton: il 22enne si è classificato al quindicesimo posto scalando tre posizioni rispetto alla gara del giorno prima e confermando i problemi in fase di spinta. L'azzurro ha chiuso con un ritardo complessivo di 1"93 rispetto al vincitore britannico Marcus Wyatt.

    Peggiorano il risultato di 24 ore fa gli altri due azzurri, Joseph Luke Cecchini nella gara maschile e Valentina Margaglio in quella femminile: Cecchini, splendido nono giovedì, paga gli errori nella parte finale della prima manche (chiusa al ventesimo posto) e rimonta solo parzialmente nella seconda concludendo in diciottesima posizione. La Margaglio, meravigliosa in spinta, è partita alla grande (era seconda fino a metà prima manche), poi si è un po' persa e alla fine si è dovuta accontentare dell'undicesima piazza, a 1"48 dall'austriaca Flock, che aveva già vinto la gara d'apertura.

    Ordine d'arrivo gara maschile (primi dieci, italiani in neretto)

    1 GBR WYATT Marcus 1:45.30
    2 KOR JUNG Seunggi 1:45.38 +0.08
    3 AUT MAIER Samuel 1:45.63 +0.33
    4 GBR THOMPSON Craig 1:45.75 +0.45
    5 GER FREIHERR VON SCHLEINITZ Kilian 1:45.89 +0.59
    6 KOR KIM Jisoo 1:46.24 +0.94
    7 GER RADY Dominic 1:46.32 +1.02
    8 CHN YAN Wengang 1:46.45 +1.15
    9 RUS VESELOV Egor 1:46.68 +1.38
    10 AUT AUER Florian 1:46.70 +1.40
    15 ITA SCHWAERZER Manuel 1:47.23 +1.93
    19 ITA CECCHINI Joseph Luke 1:47.45 +2.15

    Ordine d'arrivo gara femminile (primi dieci, italiane in neretto)

    1 AUT FLOCK Janine 1:48.03
    2 GBR DEAS Laura 1:48.18 +0.15
    3 USA HENRY Megan 1:48.41 +0.38
    4 GER GRIEBEL Sophia 1:48.64 +0.61
    5 SUI GILARDONI Marina 1:48.71 +0.68
    5 CZE FERNSTAEDT Anna 1:48.71 +0.68
    7 GBR PITTAWAY Ashleigh Fay 1:48.86 +0.83
    8 RUS TARARYCHENKOVA Alina 1:49.06 +1.03
    9 BEL MEYLEMANS Kim 1:49.13 +1.10
    10 GBR CROWLEY Brogan 1:49.48 +1.45
    11 ITA MARGAGLIO Valentina 1:49.51 +1.48
  3. Due piazzamenti nella top-10 per gli italiani nella tappa inaugurale dell'Intercontinental Cup disputata sulla pista austriaca di Innsbruck. Joseph Luke Cecchini è giunto nono nella gara maschile vinta dal britannico Craig Thompson in 1'45"44 davanti al connazionale Marcus Wyatt, staccato di 2 centesimi, e al tedesco Kilian Freiherr Von Schleinitz, in ritardo di 19 centesimi. L'azzurro di origine canadese si è reso protagonista di due manches senza grandi sbavature, cogliendo il miglior risultato della carriera in questa manifestazione con un ritardo di 1"19. Diciottesimo invece Manuel Schwaerzer a 2"08, il cui ritardo è dovuto in gran parte alla fase di spinta che deve essere perfezionata.

    Fra le donne Valentina Margaglio ha colto un importante nono posto, ma soprattutto ha realizzato il secondo e terzo tempo di spinta in entrambe le manches che lasciano intravedere importanti margini di miglioramento, nonostante un grave errore di guida nella prima parte. La vittoria è andata all'austriaca Janine Flock in 1'47"78 davanti alla britannica Laura Deas (a 42 centesimi) e alla tedesca Sophia Griebel, terza a 60 centesimi. Venerdì 16 novembre il programma prevede la gara valevole per la Coppa Europa.

     
    Ordine d'arrivo gara maschile Intercontinental Cup Innsbruck (Aut):
    1 GBR Thompson Craig 1:45.44
    2 GBR Wyatt Marcus 1:45.46   (+0.02)
    3 GER Freiherr Von Schleinitz Kilian 1:45.63   (+0.19)
    3 KOR Jung Seunggi 1:45.63   (+0.19)
    5 AUT Maier Samuel 1:45.84   (+0.40)
    6 GER Rady Dominic 1:45.92   (+0.48)
    7 KOR Kim Jisoo 1:46.14   (+0.70)
    8 RUS Veselov Egor 1:46.62   (+1.18)
    9 ITA Cecchini Joseph Luke 1:46.63   (+1.19)
    9 AUT Auer Florian 1:46.63   (+1.19)

    18 ITA Schwaerzer Manuel 1:47.52   (+2.08)

    Ordine d'arrivo gara femminile Intercontinental Cup Innsbruck (Aut):
    1 AUT Flock Janine 1:47.78
    2 GBR Deas Laura 1:48.20   (+0.42)
    3 GER Griebel Sophia 1:48.38   (+0.60)
    4 USA Henry Megan 1:48.43   (+0.65)
    5 SUI Gilardoni Marina 1:48.61   (+0.83)
    6 CZE Fernstaedt Anna 1:48.65   (+0.87)
    7 GBR Pittaway Ashleigh Fay 1:48.76   (+0.98)
    7 BEL Meylemans Kim 1:48.76   (+0.98)
    9 ITA Margaglio Valentina 1:48.81   (+1.03)
    10 RUS Shlapak Anastasia 1:49.11   (+1.33)
  4. Ora si comincia a fare sul serio: giovedì 15 novembre (ore 9.30) e venerdì 16 (ore 9.30) Manuel Schwärzer e Valentina Margaglio saranno i due italiani impegnati nelle prime gare ufficiali di skeleton della stagione. Ad Innsbruck parte infatti la Coppa Intercontinentale: il 22enne altoatesino e la 25enne di Pontestura proveranno a migliorare i già ottimi risultati dell'anno scorso, quando hanno chiuso rispettivamente al 23° e al 12° posto nella graduatoria finale della competizione. 

    Sulla stessa pista si terranno anche la prime prove di Coppa Europa (venerdì 16 novembre ore 14.30 e sabato 17 alle ore 10) e l'Italia schiera sei atleti al via: per quanto riguarda gli uomini ci saranno Pietro Drovanti, Gabriele Marenchino e Amedeo Bagnis, mentre per le donne gareggeranno Alessia Crippa, Elena Scarpellini e Sofie Falkensteiner.
  5. Si è concluso il primo raduno sul ghiaccio della squadra di skeleton tenutosi sulla pista norvegese di Lillehammer. Otto giorni in pista sotto la direzione del direttore tecnico Maurizio Oioli, che ha visto protagonisti Manuel Schwaerzer, Elena Scarpellini, Valentina Margaglio e Alessia Crippa. "Abbiamo lavorato bene e siamo soddisfatti di come stanno andando le cose - spiega Oioli -, c'è grande attesa nel gruppo di confrontarsi con gli avversari per capire a che punto siamo". Prosegue nel frattempo a Milano la convalescenza dello sfortunato Mattia Gaspari, fermo per infortunio al tendine d'achille, che è stato sottoposto nei giorni scorsi dalla Commissione Medica FISI ad un intervento di plastica achillea. Il primo appuntamento agonistico dell'annata 2018/19 è previsto a Innsbruck (Aut) venerdì 16 novembre con Intercontinental Cup e Coppa Europa, la Coppa del mondo scatterà invece da Sigulda sabato 8 dicembre.