Slittino

  1. Le facce di Ivan Nagler, Fabian Malleier, Andrea Voetter e Dominik Fischnaller erano il dipinto della felicità. Chiamare capolavoro quello che i quattro atleti italiani hanno fatto a Oberhof è persino riduttivo: battere persino la grande Germania nella staffetta di slittino artificiale, sulla loro pista, va al di là di ogni immaginazione, anche perché oggi la gara non era valida soltanto come tappa di Coppa del mondo, ma anche per i campoionati europei. Gli azzurri, dunque, vincono a sorpresa il titolo continentale.

    Non bisogna andare troppo in là nel tempo per trovare un altro successo nel team relay perché gli stessi quattro che hanno vinto oggi, l'avevano fatto anche a Königssee nella passata stagione. La differenza, semmai, è che la Germania in quell'occasione fu squalificata, qui è stata battuta semplicemente perché l'Italia si è dimostrata più forte. Andrea Voetter, partita per prima nella staffetta, ha conservato il miglior tempo finché non è andata in pista Natalie Geisenberger, che però le è finita davanti poco più di un decimo, non tantissimo. Infatti Johannes Ludwig, il leader di Coppa del mondo di singolo maschile che non ha più lo smalto di inizio stagione, ha dilapidato tutto il vantaggio con un tempo di oltre due decimi inferiore a quello di Dominik Fischnaller. A quel punto toccava al doppio Wendl/Arlt che riusciva a recuperare solo 5 centesimi alla coppia formata da Ivan Nagler e Fabian Malleier.

    Qui è esplosa la felicità dei quattro azzurri, che erano già estremamente soddisfatti dopo aver visto arrivare dietro squadroni come Lettonia (terza), Austria e Russia, oro iridato solo 14 giorni fa. A una settimana dal trionfo di Sandra Robatscher ad Altenberg nel singolo femminile, l'Italia porta dunque a casa un altro meraviglioso successo: per il direttore tecnico Armin Zöggeler una gioia enorme.

    Ordine d'arrivo staffetta a squadre Cdm/Campionati europei Oberhof (Ger) 
    1. ITALIA (VOETTER Andrea/FISCHNALLER Dominik/NAGLER Ivan-MALLEIER Fabian) 2:22.827
    2. GERMANIA (Geisenberger/Ludwig/Wendl-Arlt) +0.116
    3. LETTONIA (Cauce/Kivlenieks/Sics-Sics) +0.429
    4. AUSTRIA +0.801
    5. RUSSIA +0.837
    6. USA +0.839
    7. CANADA +1.593
    8. POLONIA +1.876
    9. UCRAINA +2.437
  2. La prima domenica di febbraio si apre con una sorpresa meravigliosa per lo sport italiano: arriva dallo slittino artificiale e a regalarla è Sandra Robatscher che trionfa nel singolo femminile sotto la fitta neve di Altenberg conquistando il suo primo successo in carriera. L'azzurra partita con il pettorale numero dieci trova la manche perfetta, poi le condizioni della pista peggiorano e penalizzano le atlete partite per ultime, cioè le migliori della start list: così alcune delle big come Dajana Eitberger e Julia Taubitz, ma anche la statunitense Summer Britcher, finiscono a un secondo e oltre, e solo la campionessa dal mondo Natalie Geisenberger riesce a contenere il distacco sui 90 millesimi.

    La neve però non smette di cadere e così la giuria decide di annullare la seconda manche. Valgono solo i tempi della prima e Sandra Robatscher può sorridere per la sua prima vittoria in Coppa del mondo. L'anno scorso era salita per la prima volta sul podio con il terzo posto di Sigulda, adesso si supera proprio nella settimana post-Mondiali, diventando la quinta italiana a vincere nel massimo circuito dopo Maria Luise Rainer, Monika Auer, Veronika Oberhuber e la leggendaria Gerda Weissenstainer. Ventitré anni dopo l'ultimo successo della più grande slittinista azzurra, l'Italia torna dunque sul gradino più alto del podio del singolo femminile.

    Sorride tutto sommato anche Andrea Voetter, che chiude al quinto posto a 310 millesimi dalla compagna e ad appena 64 dal podio, dove al terzo posto c'è la russa Viktoriia Demchenko. Con la neve che continuava a venire giù, la federazione internazionale ha deciso di cancellare la gara a squadre. La prossima settimana ci sarà la penultima tappa di Coppa del mondo, ad Oberhof: intanto Geisenberger, con la seconda posizione di oggi, mette un'ipoteca sulla sfera di cristallo salendo a 782 punti contro i 651 della connazionale Julia Taubitz. Voetter è sesta a quota 404, Robatscher decima a 293.

    Ordine d'arrivo singolo femminile Cdm Altenberg (Ger) 
    1. ROBATSCHER Sandra ITA 53.932
    2. GEISENBERGER Natalie GER +0.090
    3. DEMCHENKO Viktoriia RUS +0.246
    4. SWEENEY Emily USA +0.252
    5. VOETTER Andrea ITA +0.310
    6. CAUCE Eliza LAT +0.317
    7. HUEFNER Tatjana GER +0.338
    8. ZIRNE Ulla LAT +0.346
    9. APARJODE Kendija LAT +0.424
    10. IVANOVA Tatyana RUS +0.451
  3. Sorpresa ad Altenberg, come accade spesso nelle gare di Coppa del mondo immediatamente successive a quelle dei Mondiali. I campioni iridati Eggert e Benecken, leader della classifica generale del doppio di slittino artificiale, vengono beffati dagli austriaci Steu e Koller, bronzo una settimana fa a Winterberg, che qui arrivano con 43 centesimi di vantaggio. Sul podio anche i lettoni Juris e Andris Sics, che hanno strappato il terzo posto nella seconda manche ai tedeschi Geueke e Gamm. Delusione per Wendl e Arlt, argento mondiale: un erroraccio nella prima manche li ha fatti precipitare in 19esima posizione e non è bastato il miglior tempo nella seconda a recuperare posizioni.

    Autori di una gran bella rimonta sono stati Ivan Nagler e Fabian Malleier, che erano noni a metà gara e hanno chiuso al quinto posto centrando il miglior risultato della loro carriera. La giovane coppia azzurra conferma dunque di poter rappresentare il futuro, come si era intravisto alle Olimpiadi di PyeongChang, dove furono sorprendentemente settimi. Nella seconda manche i due hanno scavalcato anche le altre coppie azzurre, quella formata da Ludwig Rieder e Patrick Rastner, sesti ad appena 26 centesimi dai compagni di squadra, e l'altra composta da Emanuel Rieder e Simon Kainzwaldner, che dopo una gran prima manche (sesto tempo) hanno commesso qualche errore di troppo al ritorno in pista finendo tredicesimi. 

    In Coppa del mondo Toni Eggert e Sascha Benecken restano al comando con 810 punti, 158 più di Steu e Koller, balzati al secondo posto ai danni dei tedeschi Wendl e Arlt. Ottavi Rieder e Rastner, migliore coppia azzurra in classifica.

    Ordine d'arrivo doppio Altenberg (Ger)
    1. Steu/Koller (Aut) 1:23.463
    2. Eggert/Benecken (Ger) +0.043
    3. Sics/Sics (Lat) +0.386
    4. Geueke/Gamm (Ger) +0.451
    5. Nagler/Malleier (Ita) +0.550
    6. L. Rieder/Rastner (Ita) +0.576
    7. Yuzhakov/Prokhorov (Rus) +0.585
    8. Denisev/Antonov (Rus) +0.588
    9. Mazder/Terdiman (Usa) +0.673
    10. Putins/Marcinkevics (Lat) +0.715

    13. E. Rieder/Kainzwaldner (Ita) +0.934
  4. L'Italia continua a fare incetta di medaglie con la squadra juniores di slittino artficiale. Dopo l'oro europeo nel singolo femminile, arriva anche un argento mondiale per Verena Hofer, mentre Lukas Gufler nella rassegna iridata conferma il bronzo conquistato in quella continentale.

    La prima giornata di gare a Igls regala dunque una doppia gioia alla nostra Nazionale. Gufler si arrende al tedesco Max Langenhan, presenza ormai stabile in Coppa del mondo che infatti domina la gara precedendo di ben 343 millesimi l'austriaco Bastian Schulte. Per l'altoatesino la gioia della rimonta nella seconda manche, quando sorpassa l'altro tedesco Moritz Elias Bollmann (argento europeo a St. Moritz due settimane fa) e sale così sul podio. Undicesimo l'altro azzurro Leon Felderer che sabato 2 febbraio andrà all'assalto di una medaglia nel doppio, proprio in compagnia di Gufler.

    Anche nel singolo femminile arriva una vittoria tedesca, con Cheyenne Rosenthal che però ha tremato nella seconda manche, quando l'azzurra Verena Hofer, quinta dopo la prima prova, ha realizzato una grande rimonta prendendosi l'argento e arrivando a 24 millesimi dall'oro. Li ha persi tutti nella fase di spinta, perché alla guida ha dimostrato di essere la migliore. Sul podio un'altra tedesca, Jessica Degenhardt.

    Ordine d'arrivo singolo maschile Mondiali juniores Igls (Aut)
    1. LANGENHAN Max GER 50.653 50.750 1:41.403
    2. SCHULTE Bastian AUT 50.782 50.964 1:41.746 +0.343
    3. GUFLER Lukas ITA 50.832 51.099 1:41.931 (3) +0.528
    4. BOLLMANN Moritz Elias GER 50.732 51.372 1:42.104 +0.701
    5. NÖSSLER David GER 50.956 51.181 1:42.137 +0.734
    6. MÜLLER Florian GER 50.902 51.345 1:42.247 +0.844
    7. DMITRIEV Alexey RUS 51.046 51.307 1:42.353 (6) +0.950
    8. BERZINS Gints LAT 51.269 51.220 1:42.489 +1.086
    9. PERESTORONIN Matvei RUS 51.202 51.448 1:42.650 +1.247
    10. SKUPEK Marian SVK 51.321 51.330 1:42.651 +1.248

    11 FELDERER Leon ITA 51.289 51.368 1:42.657 +1.254

    Ordine d'arrivo singolo femminile Mondiali juniores Igls (Aut)
    1. ROSENTHAL Cheyenne GER 40.559 40.805 1:21.364
    2. HOFER Verena ITA 40.738 40.650 1:21.388 +0.024
    3. DEGENHARDT Jessica GER 40.577 40.861 1:21.438 (5) +0.074
    4. FARQUHARSON Ashley USA 40.788 40.673 1:21.461 +0.097
    5. TCVETOVA Tatiana RUS 40.681 40.805 1:21.486 +0.122
    6. ZOEGGELER Nina ITA 40.866 40.875 1:21.741 +0.377
    7. LOGINOVA Diana RUS 40.884 40.903 1:21.787 +0.423
    8. FRAEBEL Merle GER 40.758 41.124 1:21.882 +0.518
    9. OBERHOFER Marion ITA 41.063 40.956 1:22.019 +0.655
    10. PROCK Hannah AUT 40.992 41.079 1:22.071 +0.707

    27. PUTZER Katharina ITA 41.598 non qualificata alla seconda manche
  5. Non arrivano podi per l'Italia nelle sprint che hanno aperto i Mondiali di Winterberg. Il miglior risultato per gli azzurri arriva nella prima gara, con Ludwig Rieder e Patrick Rastner che non sono andati oltre l'ottavo posto a 171 millesimi, mentre Emanuel Rieder e Simon Kainzwaldner hanno terminato al 14simo posto a 361 millesimi. Non avevano superato le qualificazioni del mattino, invece, Ivan Nagler e Fabian Malleier. La coppia tedesca Eggert/Benecken si è aggiudicata la medaglia d'oro davanti ai compagni di squadra Wendl/Arlt, infliggendo loro un distacco minimo (appena 12 millesimi) ma sufficiente per salire sul gradino più alto del podio. Bronzo al collo degli austriaci Steu/Koller a 17 millesimi.
     
    Fuori dalla top ten le due azzurre del singolo femminile. Dopo una buona gara entrambe hanno sbagliato praticamente nello stesso punto, verso la fine della pista, perdendo così qualche posizione. In particolare Sandra Robatscher, che nelle qualificazioni aveva ottenuto il sesto tempo, era messa bene al secondo intermedio, poi ha perso il controllo della slitta, così alla fine ha chiuso undicesima. Tredicesima posizione per Andrea Voetter, sul podio solo tedesche, con il trionfo di Natale Geisenberger su Julia Taubitz, seconda per soli 7 millesimi, e Dajana Eitberger.

    Niente da fare, infine, per i due Fischnaller nel singolo maschile. Kevin ha vinto il derby personale con il cugino Dominik con i due che hanno chiuso rispettivamente al nono e all'undicesimo posto. L'oro è andato all'austriaco Jonas Müller, sul podio anche il tedesco Felix Loch e il russo Semen Pavlichenko, che nelle qualificazioni era stato il migliore. Sabato 26 gennaio i Mondiali proseguono con il doppio e il singolo femminile.

    Ordine d'arrivo sprint singolo maschile Mondiali Winterberg (Ger)
    1. Jonas Müller (Aut) 35.835
    2. Felix Loch (Ger) +0.024
    3. Semen Pavlichenko (Rus) +0.054
    4. Johannes Ludwig (Ger) +0.079
    5. Kristers Aparjods (Lat) +0.119
    6. Reinhard Egger (Aut) +0.128
    7. Chris Rene Eissler (Ger) +0.133
    8. Wolfgang Kindl (Aut) +0.153
    9. Kevin Fischnaller (Ita) +0.157
    10. Stepan Fedorov (Rus) +0.250

    11. Dominik Fischnaller (Ita) +0.259

    Ordine d'arrivo sprint singolo femminile Mondiali Winterberg (Ger):
    1. Natalie Geisenberger (Ger) 38"628
    2. Julia Taubitz (Ger) +0"007
    3. Dajana Eitberger (Ger) +0"040
    4. Emily Sweeney (Usa) +0"119
    5. Tatjana Hüfner (Ger) +0"166
    6. Ekaterina Baturina (Rus) +0"173
    7. Tayana Ivanova (Rus) +0"191
    8. Summer Britcher (Usa) +0"268
    9. Eliza Cauce (Lat) +0"422
    10. Ulla Zirne (Lat) +0"437

    11. Sandra Robatscher (Ita) +0"597
    13. Andrea Voetter (Ita) +0"622 

    Ordine d'arrivo sprint doppio maschile Mondiali Winterberg (Ger):
    1. Eggert/Benecken (Ger) 30"812
    2. Wendl/Arlt (Ger) +0"012
    3. Steu/Koller (Aut) +0"017
    4. Sics/Sics (Let) +0"056
    5. Mazdzer/Terdiman (Usa) +0"083
    6. Kashkin/Kornishunov (Rus) +0"148
    7. Geueke/Gamm (Ger) +0"167
    8. Rieder/Rastner (Ita) +0"171
    9. Denisev/Antonov (Rus) +0"177
    10. Chmielewski/Kowalewski (Pol) +0"220

    14. Rieder/Kainzwaldner (Ita) +0"361