Ski news: Biathlon

  1. La Norvegia ha trionfato nella staffetta femminile di Ruhpolding, terzo appuntamento della tappa tedesca di Cdm. Grazie ad una gara in crescendo, il team scandinavo ha avuto la meglio sulla Francia, bruciata nella frazione finale nonostante un errore in meno dal poligono. Terzo posto per la Svizzera, distante 20"7 al traguardo. Prova in chiaroscuro quella dell'Italia, settima con dieci errori a referto: Lisa Vittozzi e Dorothea Wierer sono state praticamente perfette, un po' meno Michela Carrara e Federica Sanfilippo, entrambe non nella giornata migliore. Il risultato finale è comunque da considerare positivo: per le azzurre infatti, è il miglior risultato stagionale nella specialità. Le donne torneranno di nuovo protagoniste nella giornata di domenica, quando si svolgerà una prova d'inseguimento di 10 km.

    Ordine d'arrivo staffetta femminile Cdm Ruhpolding (Ger):
    1. NORVEGIA 0+9 1:08:46.4
    2. FRANCIA 0+8 +10.7
    3. SVIZZERA 0+4 +20.7
    4. GERMANIA 2+4 +31.7
    5. SVEZIA 0+11 +54.3

    7. ITALIA (Vittozzi L./Carrara M./Wierer D./Sanfilippo F.) 0+10 +59.7
  2. Il Presidente Flaivo Roda ha approvato con delibera n.143 la squadra che prenderà parte dal 23 gennaio al 2 febbraio ai Mondiali Juniores e Giovani di biathlon che si disputeranno a Lenzerheide, in Svizzera. Si tratta complessivamente di sedici nomi che elenchiamo di seguito.

    JUNIORES FEMMINILI
    - Samuela Comola - CS Esercito
    - Trabucchi Beatrice - CS Esercito
    - Zappa Martina - CS Esercito

    JUNIORES MASCHILI
    - Bionaz Didier - CS Esercito
    - Braunhofer Patrick - CS Carabinieri
    - Fauner Daniele - CS Carabinieri
    - Giacomel Tommaso - GS Fiamme Gialle
    - Molinari Michele - tesserato CS Esercito

    GIOVANI FEMMINILI
    - Auchentaller Hannah - CS Carabinieri
    - Passler Rebecca - CS Carabinieri
    - Trabucchi Martina - SC Brusson
    - Zingerle Linda - tesserata CS Esercito

    GIOVANI MASCHILI
    - Canavese Stefano - CS esercito
    - Cappellari Fabio - US Fornese
    - Vegezzi Bossi Matteo - GS Fiamme Gialle
    - Zeni Elia - ASD Cauriol
  3. Martin Fourcade scrive un'altra pagina importante nella storia del biathlon conquistando il successo numero 80 della carriera nella sprint maschile di Ruhpolding, in Germania. Il fenomenale francese, ha mostrato freddezza al poligono, dove ha concluso senza errori, precedendo di 3"1 il connazionale Quentin Fillon Mailler, mentre il tedesco Benjamin Doll ha concluso al terzo posto a 12"0. La giornata ha registrato un'altra giornata da ricordare per la squadra transalpina, che piazza quattro suoi rappresentanti ai primi cinque posti: dopo il norvegese Vetle Christiansen, quarto a 22"2, ci sono infatti Simon Desthieux e Fabien Claude appaiati al quinto posto a 23"5. In casa Italia il migliore è risultato Dominik Windisch, venticinquesimo a 1'10"3, seguito da Thomas Bormolini 32simo ma capace di uno 0 al poligono. Giornata da dimenticare per LUkas Hofer, 75simo con cinque errori, mentre Daniele Cappellari è finito 109simo. In classifica generale Fourcade sale a 447 punti contro i 392 di Desthieux. Venerdì 17 gennaio spazio alla staffetta femminile alle ore 14.30.  

    Ordine d'arrivo sprint maschile Ruhpolding (Ger):
    1. Martin Fourcade (Fra) 0 22'41"5
    2. Quentin Fillon Maillet (Fra) 0 +3"1
    3. Benjamin Doll (Ger) 0 +12"0
    4. Vetle Sjaastad Christiansen (Nor) +22"2
    5. Simon Desthieux (Fra) 1 +23"5
    5. Fabien Claude (Fra) 1 +23"5
    7. Philipp Nauwrath (Ger) 0 +24"6
    8. Artem Pryma (Ucr) 0 +27"3
    9. Johannes Kuehn (Ger) 1 +32"0
    10. Dmytro Pidruchnyi (Ucr) 0 +34"8

    25. Dominik Windisch (Ita) 2 +1'10"3
    32. Thomas Bormolini (Ita) 0 +1'26"5
    75. Lukas Hofer (Ita) 5 +2'19"2
    109. Daniele Cappellari (Ita) 4 +4'05"0
  4. Dorothea Wierer dopo il terzo posto nella sprint femminile di Ruhpolding. "In questo momento Eckhoff sembra essere la mia avversaria più pericolosa - spiega la finanziera altoatesina -, però la storia del biathlon insegna che anche chi rincorre, ha spesso possibilità di recuperare, per cui bisogna rimanere concentrati. La norvegese al momento è fortissima si merita i successi che sta ottenendo, la mia gara è stata positiva, anche perchè in questo periodo mi sta tornando un po' di mal di schiena, stiamo lavorando con esercizi specifici per cercare di rilassarla. L'ideale sarebbe foermarsi qualche giorno per guiarire bene, ma non è certo il momento. Lo zero al poligono è stato importante, sapevo che per fare il podio non avrei dovuto sbagliare, ci trovavamo di fronte ad un'altra situazione rispetto ad Oberhof, dove potevamo permetterci ci commettere qualche errore".  

    Appare in risalita anche Lisa Vittozzi, dopo un periodo al di sotto delle attese. "Fisicamente non mi sento stanca e la febbre dele scorse settimane è dimenticata - spiega -. Mi manca il mio sapere andare forte che al momento è ben lontano dalle mie capacità. Spero che gara dopo gara la condizione cresca, soprattutto in vista dei Mondiali".
  5. Vittoria e primo posto nella classifica generale. La quinta tappa della Cdm di biathlon a Ruhpolding si è aperta nel segno di Tiril Eckhoff, che si conferma in stato di grazia, e conclude davanti a tutti una sprint perfetta disputata in poco meno di 19 minuti e con zero errori. Pulita dal poligono lo è stata anche la svedese Hanna Oeberg, che però è seconda con un distacco di 29"7. Prova molto positiva anche quella di Dorothea Wierer, tornata a salire sul podio a quasi un mese di distanza dal secondo posto centrato nella Mass Start di Annecy dello scorso 22 dicembre. L'altoatesina, attardata di 36"8 al traguardo, ha realizzato il terzo tempo, che non le ha permesso di restare in vetta della generale di Cdm. Adesso è seconda a tre lunghezze dalla vincitrice odierna, naturalmente la lotta per la sfera di cristallo rimane apertissima e durerà fino alla fine della stagione, quando mancano addirittura 14 gare individuali. Dorothea mantiene invece con margine la eadership nella classifica sprint con 230 punti contro i 195 di Eckhoff.

    Ha chiuso nella top ten anche Lisa Vittozzi, nona e capace di eguagliare il miglior piazzamento stagionale. La sappadina, con un solo errore a referto, è giunta a 1'06"3 dalla Eckhoff, mostrando buoni passi in avanti dopo lo stato febbrile che l'aveva debilitata un paio di settimane fa. Poco più dietro c'è Federica Sanfilippo, 21esima a 1'31"6, mentre Nicole Gontier non è andata oltre la 74esima piazza. Nelle sessanta anche Michela Carrara, alla sua terza gara di sempre in Cdm: la valdostana è 55esima. Le donne saranno di nuovo protagoniste nella giornata di venerdì, quando andrà in scena una staffetta a partire dalle ore 14,30.

    Ordine d'arrivo sprint femminile Cdm Ruhpolding (Ger):
    1. ECKHOFF Tiril NOR 0 18:55.5
    2. OEBERG Hanna SWE 0 +29.7
    3. WIERER Dorothea ITA 0 +36.8
    4. SOLA Hanna BLR 0 +50.1
    5. FIALKOVA Paulina SVK 0 +51.2
    6. ROEISELAND Marte Olsbu NOR 1 +55.4
    7. SIMON Julia FRA 1 +59.1
    8. HINZ Vanessa GER 0 +1:03.2
    9. VITTOZZI Lisa ITA 1 +1:06.3
    10. ZUK Kamila POL 1 +1:09.3

    21. SANFILIPPO Federica ITA 1 +1:31.6
    55. CARRARA Michela ITA 1 +2:17.7
    74. GONTIER Nicole ITA 3 +2:53.7
  6. Prima l'argento nella staffetta singola mista di domenica, adesso l'oro nella staffetta mista. Si chiudono con il botto i Giochi Olimpici Invernali Giovanili di Losanna per l'Italia del biathlon, capace di conquistare la medaglia più prestigiosa grazie alla prestazione super offerta da Martina Trabucchi, Linda Zingerle, Nicolo Betemps e Marco Barale. Una gioia immensa per i quattro giovani biatleti, che hanno fatto la differenza soprattutto nelle serie di tiro, come dimostrano i solo sei errori al poligono. Prestanti anche sugli sci, gli Azzurri hanno concluso la prova davanti alla Russia e alla Francia, più fallose al poligono ed entrambe con un giro di penalità.

    Un successo meritato, frutto di una grande rimonta effettuata nella seconda frazione di gara grazie a Linda Zingerle: la classe 2002 ha consegnato il testimone al compagno Betemps in prima posizione. Poi Barale, senza alcuna ricarica, è stato semplicemente perfetto nel tagliare il traguardo davanti a tutti con poco meno di 44 secondi di vantaggio sul primo inseguitore. Dopo il primo storico oro nella sprint dello sci alpinismo con Rocco Baldini, l'Italia può festeggiare anche nel biathlon. 

    Ordine d'arrivo staffetta mista YoG Losanna (Sui):
    1. ITALIA (TRABUCCHI Martina, ZINGERLE Linda, BETEMPS Nicolo, BARALE Marco) 0+6 1:10.55.3
    2. RUSSIA (MOKHOVA Alena, ZENOVA Anastasiia, IRODOV Denis, DOMICHEK Oleg) 1+12 1:11:39.0
    3. FRANCIA (BERTRAND Fany, JEANNIER Leonie, GUIRAUD-POILLOT Theo, GARCIA Mathieu) 1+13 1:12:23.9
  7. Qualche piccolo cambiamento nella squadra azzurra che affronta la quinta tappa di Coppa del mondo sulla pista tedesca di Ruhpolding. Il direttore tecnico Fabrizio Curtaz ha convocato Lisa Vittozzi, Dorothea Wierer, Federica Sanfilippo, Nicole Gontier, Michela Carrara fra le donne e Lukas Hofer, Dominik Windisch, Thomas Bormolini e Daniele Cappellari fra gli uomini, quest'ultimo assente nel precedente fine settimana a Oberhof, dove invece avevano gareggiato Thierry Chenal e Saverio Zini. Ricordiamo che Wierer comanda la classifica generale con 390 punti (ed è leader anche nella sprint) davanti a Tiril Eckhoff con 381 e Ingrid Tandrevold con 305, Vittozzi è quindicesima con 196. A Ruhpolding si disputeranno mercoledì 15 gennaio una sprint femminile giovedì 16 una sprint maschile, venerdì 17 gennaio la staffetta femminile, sabato 18 gennaio la staffetta maschile e domenica 19 le due pursuit.

    A Osrblie, in Slovacchia, è in programma invece una nuova tappa di Ibu Cup, che sostituisce la rinunciataria località polacca di Duszniki Zdroj. Al via Irene Lardschneider, Alexia Runggaldier, Eleonora Fauner, Rudy Zini, Mattia Nicase, Luca Ghiglione, Saverio Zini e Thierry Chenal, il programma propone mercoledì 15 gennaio staffetta singola mista e staffetta singola, venerdì 17 gennaio le sprint e sabato 18 gennaio le pursuit.
  8. Dorothea Wierer ha concluso al quarto posto anche la seconda gara individuale disputata sul tracciato di Oberhof, in Germania. L'altoatesina, che aveva centrato la medesima posizione nella sprint di venerdì, ha disputato una Mass Start positiva con cinque errori al poligono e un distacco finale pari a 1'08"8 dalla vincitrice finlandese Kaisa Makarainen, quasi perfetta nelle serie di tiro (un solo errore) e al primo successo stagionale in una gara che ha visto molti errori da parte di tutte le partecipanti. La seguono a poco più di 30 secondi due norvegesi, ossia Tiril Echoff e Marte Roeiseland. Buoni segnali arrivano anche da parte di Lisa Vittozzi, in crescita e a nona al traguardo con un ritardo di 1'50"7. Nella classifica generale resta in vetta la Wierer con 390 punti, 9 lunghezze in più rispetto alla Eckhoff. Il prossimo appuntamento è ancora in Germania ma a Ruhpolding, dove ad aprire le danze sarà proprio una sprint femminile nella giornata del 15 gennaio.

    È stata una giornata importante in campo maschile, con Martine Fourcade che ha effettuato il sorpasso nella classifica generale su Johannes Boe. Il francese ha vinto la Mass Start con discreta tranquillità e, approfittando dell'assenza del norvegese rimasto in patria per la nascita del figlio, gli è passato davanti con 13 punti di vantaggio. Prova positiva per il tedesco Arn Peiffer, secondo e con un distacco finale pari a 20"1, bravo nel battere in volata l'altro francese Simon Desthieux. I due italiani presenti al via, ossia Dominik Windisch e Lukas Hofer, entrambi non al meglio della condizione, non sono riusciti ad andare oltre la 24esima e 26esima posizione. I risultati di questo fine settimana chiudono la serie positiva della squadra azzurra, che andava sul podio in almeno un'occasione da 23 tappe di Coppa del mondo.

    Ordine d'arrivo Mass Start 12,5 km femminile Oberhof (Ger):
    1. MAKARAINEN Kaisa FIN 1 39:58.9
    2. ECKHOFF Tiril NOR 4 +30.2
    3. ROEISELAND Marte Olsbu NOR 3 +35.0
    4. WIERER Dorothea ITA 5 +1:08.8
    5. HERRMANN Denise GER 6 +1:25.0
    6. OEBERG Hanna SWE 5 +1:38.0
    7. KRYUKO Iryna BIE 4 +1:40.7
    8. HAECKI Lena SUI 8 +1:49.7
    9. VITTOZZI Lisa ITA 5 +1:50.7
    10. INNERHOFER Katharina AUT 7 +1:52.0

    Ordine d'arrivo Mass Start 15 maschile Cdm Oberhof (Ger):
    1. FOURCADE Martin FRA 2 41:01.4
    2. PEIFFER Arn GER 3 +20.1
    3. DESTHIEUX Simon FRA 3 +20.3
    4. DALE Johannes NOR 4 +38.9
    5. FAK Jakov SLO 4 +43.1
    6. HORN Philipp GER 4 +43.2
    7. NELIN Jesper SWE 4 +44.8
    8. CHRISTIANSEN Vetle Sjaastad NOR 5 +48.9
    9. KRCMAR Michal CZE 4 +58.8
    10. ELISEEV Matvey RUS 4 +59.8

    23. WINDISCH Dominik ITA 4 +2:16.0
    26. HOFER Lukas ITA 8 +3:17.5
  9. L'Italia ha conquistato il nono posto nella staffetta femminile disputata ad Oberhof, in Germania, nella terza giornata di gare. Il team azzurro partito con Lisa Vittozzi, è stato a lungo in vetta con le migliori prima di staccarsi con Dorothea Wierer, stranamente molto fallosa nella serie in piedi al poligono dove ha fatto registrare tre errori. Michela Carrara, preceduta da Federica Sanfilippo è arrivata al traguardo nella top 10 con un bilancio finale pari a undici errori, tre giri di penalità ed un distacco di 2'41"2. La vittoria è andata alla Norvegia seguita da Svezia e Francia.

    Norvegia che si è poi ripetuta tra gli uomini, dove si è imposta superando le squadre francesi e tedesche. L'Italia, che ha presentato al via Thomas Bormolini, Dominik Windisch, Saverio Zini e Thierry Chenal, non è andata oltre la 23esima piazza con un divario aumentato progressivamente fino a toccare 7'32"5 con 14 errori e sei giri di penalità.

    Ordine d'arrivo staffetta femminile Cdm Oberhof (Ger):
    1. NORVEGIA 0+11 1:14:11.6
    2. SVEZIA 0+10 +21.1
    3. FRANCIA +0.12 +33.1
    4. GERMANIA 1+11 +1:10.4
    5. SVIZZERA 1+9 +1:24.5

    9. ITALIA 3+11 +2:41.2

    Ordine d'arrivo staffetta maschile Cdm Oberhof (Ger):
    1. NORVEGIA 2+8 1:19:32.3
    2. FRANCIA 2+6 +4.4
    3. GERMANIA 2+14 +48.2
    4. RUSSIA 0+9 +1:09.0
    5. BIELORUSSIA 1+12+1:54.0

    23. ITALIA 6+14 +7:32.5
  10. Martin Fourcade ha trionfato nella sprint maschile di 10 km, secondo appuntamento della tappa di Cdm di scena ad Oberhof. Su un tracciato modificato a poche ore dal via a causa delle forti piogge, il francese ha avuto la meglio sul compagno di squadra Emielien Jacquelin, dietro per 25"5 e con un errore a referto. La doppietta targata Francia è stata favorita anche dall'assenza del campione norvegese Johannes Boe, rimasto in patria per assistere alla nascita del suo secondo figlio. Completa il podio il tedesco Johannes Kuehn attardato di 33 secondi.

    Giornata negativa invece per l'Italia, che ha presentato al via cinque atleti: nessuno di questi è riuscito a conquistare punti soprattutto a causa dei troppi errori al poligono. Il primo azzurro nella graduatoria finale è Thomas Bormolini, 63esimo con tre errori e un ritardo di 3'14"0. Il 28enne dell'Esercito è riuscito a fare meglio di Dominik Windisch e Lukas Hofer, rispettivamente al 70esimo e 71 esimo posto: entrambi con cinque errori, non sono riusciti a ripetere le buone prestazioni offerte nella prima parte di stagione. Più indietro Saverio Zini e Thierry Chenal. Nella classifica generale resta in vetta Johannes Boe con 44 punti di vantaggio sul fratello Tarje, Lukas Hofer è tredicesimo. Gli uomini saranno di nuovo impegnati sabato in una staffetta programmata per le ore 14,15.

    Ordine d'arrivo Sprint 10 km maschile Cdm Oberhof (Ger):
    1. FOURCADE Martin FRA 0 25:27.2
    2. JACQUELIN Emilien FRA 1 +25.5
    3. KUEHN Johannes GER 1 +33.0
    4. ELISEEV Matvej RUS 0 +41.1
    5. LOGINOV Alexander RUS 1 +47.8
    6. DESTHIEUX Simon FRA 1 +49.8
    7. PEIFFER Arnd GER 1 +1:00.1
    8. BJOENTEGAARD Erlend NOR 2 +1:06.5
    9. DALE Johannes NOR 2 +1:18.2
    10. CHRISTIANSEN Vetle Sjaastad NOR 3 +1:24.8

    63. BORMOLINI Thomas ITA 3 +3:14.0
    70. WINDISCH Dominik ITA 5 +3:18.3
    71. HOFER Lukas ITA 5 +3:20.0
    85. ZINI Saverio ITA 2 +3.49.0
    94. CHENAL Thierry ITA 3 +4.19.3