Ski news: Biathlon

  1. Le due gare individuali di Oestersund, prima tappa della Cdm, portano la firma francese. Dopo il successo di Martin Fourcade tra gli uomini, a trionfare nella categoria femminile è Justine Braisaz, brava nel piazzarsi in prima posizione con il tempo di 42'35"1 e due errori dal poligono. Subito dietro c'è l'ucraina Yuliia Dzhima, impeccabile nelle serie di tiro e distante 11"1. Sul podio c'è spazio anche per un'altra transalpina: si tratta di Julia Simon, staccata di 17"7 e con un errori. Due errori frutto anche del vento, che ha condizionato fortemente la gara odierna: lo sa bene Dorothea Wierer, brava nel terminare al settimo posto dopo un inizio difficile.

    L'altoatesina commette due errori nella prima serie al poligono, ma poi riesce a condurre una prova quasi perfetta grazie anche ad una ottima prestazione sugli sci finendo a 1'08"4 dalla vetta. Per lei si tratta di un buon risultato, che le permette di restare in vetta nella classifica generale davanti alla ceca Marketa Davidova. Poco più indietro, al nono posto, c'è Lisa Vittozzi, capace di riscattare la prestazione opaca offerta nella sprint e di concludere la 15 km con due errori e un distacco di 1'28"4. Federica Sanfilippo invece, si deve accontentare della 41esima piazza con quattro errori e 4'31"7 dalla Braisaz, un gradino sopra di Nicole Gontier: la 28enne nata ad Aosta nel corso del circuito ha  accumulato 4'33"4 di ritardo mettendo a referto cinque errori dal poligono.

    Il programma di gare ad Oestersund proseguirà nelle giornate di sabato 7 e domenica 8 dicembre quando sono previste rispettivamente una staffetta maschile (ore 17,30) e una staffetta femminile (ore 15,30). Sarà possibile seguire le prove in tv su Eurosport o in streaming sul sito www.biathlonworld.com.

    Ordine d'arrivo individuale femminile Cdm Oestersund (Swe):
    1. BRAISAZ Justine (Fra) 2 42:35.1
    2. DZHIMA Yuliia (Ukr) 0 +11.1
    3. SIMON Julia (Fra) 2 +17.7
    4. TANDREVOLD Ingrid (Nor) 1 +25.2
    5. KUKLINA Larisa (Rus) 2 +38.8
    6. HAECKI Lena (Sui) 3 +1:05.7
    7. WIERER Dorothea (Ita) 3 +1:08.4
    8. HOJNISZ-STAREGA Monika (Pol) 2 +1:11.7
    9. VITTOZZI Lisa (Ita) 2 +1:28.4
    10. OEBERG Hanna (Swe) 3 +1:48.7

    41. SANFILIPPO Federica (Ita) 4 +4:31.7
    42. GONTIER Nicole (Ita) 5 +4:33.4
  2. È una festa tutta francese quella che va in scena al termine dell'individuale maschile di Oestersund (Swe), che nei giorni scorsi ha aperto la Coppa del mondo. I primi quattro posti della classifica finale, infatti, sono appannaggio della squadra transalpino, tra i quali spicca Martin Fourcade che sembra essere tornato quello di una volta. Il 31enne domina la gara e vince con il tempo di 53'11"9 con un solo errore dal poligono: per il sette volte campione olimpico si tratta della 14esima vittoria in questo format. Lo segue Simon Desthieux, staccato di quasi 13" e con un solo errore. Ne ha fatti tre invece, il terzo classificato Quentin Fillon Maillet, il quale ha accumulato un ritardo di 1'50"8, mentre Emilien Jacqueline è quarto a 2'17"8 con due errori.

    Il primo italiano è Lukas Hofer, 19esimo a 4'07"6: il 30enne nato a Brunico è veloce sugli sci dove fa registrare il terzo tempo, ma paga pesantemente i cinque errori dal poligono. Nella top 30 c'è spazio per Thomas Bormolini, 28esimo e con due errori al tiro, mentre è attardato Dominik Windisch, non ancora nella forma perfetta: sono ben cinque i suoi errori con un ritardo che ammonta a 6'42"2. Daniele Cappellari chiude al 79esimo posto, staccato di 9'11"5 e con due errori. Giovedì 5 dicembre tocca all'individuale femminile (ore 16.20) con Dorothea Wierer, Lisa Vittozzi, Federica Sanfilippo e Nicole Gontier.

    Ordine d'arrivo individuale maschile Oestersund (Swe):
    1. Martin Fourcade (Fra) 1 53:11.9
    2. Simon Desthieux (Fra) 1 +12.7
    3. Quentin Fillon Maillet (Fra) 3 +1:50.8
    4. Emilien Jacqueline (Fra) 2 +2:17.8
    5. Benjamin Weger (Sui) 1 + 2:28.2
    6. Tarjei Boe (Nor) 2 +2:28.8
    7. Fabien Claude 2 +2:32.4
    8. Matjev Eliseev (Rus) 1 +2:54.6
    9. Anton Loginov (Rus) 2 +2:55.1
    10. Johannes Boe (Nor) 2 +3.12.6

    19. Lukas Hofer (Ita) 5 +4:07.6
    28. Thomas Bormolini (Ita) 2 +4:57.8
    48. Dominik Windisch (Ita) 5 +6:42.2
    79. Daniele Cappellari (Ita) 2 +9:11.5

  3. Dorothea Wierer si gode il pettorale giallo di leader della classifica di Coppa del mondo, rimasto sulle sue spalle anche dopo la sprint che ha aperto la nuova stagione. La ventinovenne finanziera altoatesina ha lanciato un messagio importante alle avversarie, forte di un team che non le ha fatto mancare nulla. "Gli allenatori mi hanno dato i giusti consigli, i nostri skimen hanno fatto un gran lavoro e pure il nostro fisioterapista ha dato il suo contributo perchè dopo la staffetta di sabato avevo un po' le gambe rigide - racconta Dorothea -. Qualcuno mi ha chiesto se il pettorale di leader mi avesse messa ansia, ho dato la risposta sul campo. Sinceramente alla vigilia non pensavo di partire così bene, non sono ancora al 100% fisicamente. Tanti magari pensavano che forse avevo raggiunto il massimo delle mie possibilità nella passata stagione, invece mi piace sorprendere e vorrei continuare a farlo durante la stagione. Ho fatto un pochino fatica nel primo giro, poi mi sono sciolta con l'andare dei chilometri. Adesso mi aspettano un paio di giorni di recupero, poi ci concentreremo sull'individuale di giovedì. Delle avversarie la Roeseleand mi ha fatto una buona impressione, ma come al solito non voglio fare pronostici, li lascio fare agli altri".
  4. Vittoria nella staffetta mista, vittoria nella sprint. Non poteva cominciare meglio la Coppa del mondo per Dorothea Wierer che, dopo avere recitato un ruolo da protagonista nel trionfo del quartetto azzurro di sabato, ha dominato la prima prova individuale della stagione sulla pista di Oestersund. Apparsa in piena forma fisica, sicura al poligono nonostante un errore, e soprattutto con sci performanti che le hanno consentito di tenere a bada avversarie solitamente pericolose nel fondo, Wierer ha onorato al meglio pettorale giallo riservato alla vincitrice della scorsa Coppa del mondo, regalando all'Italia femminile la tredicesima vittoria nella storia, l'ottava della carriera senza tenere conto delle staffette. Alle sue spalle si è piazzata la norvegese Marte Olsbu Roeseland, staccata di 8"6 e senza errori, terza la ceca Marketa Davidova a 11"9, anch'ella con uno 0 al poligono.

    Giornata senza gloria invece per Lisa Vittozzi, penalizzata insolitamente al poligono da una scarsa vena realizzativa, che l'ha vista commettere ben cinque errori. La sappadina ha terminato la prova ben al di fuori dalla zona punti ma avrà subito un'opportunità di rifarsi nell'individuale di giovedì. Positiva Federica Sanfilippo, quindicesima a 56" con un errore, lontana Nicole Gontier con cinque errori il 52simo errore. Il programma della prossima settimana proseguirà nella medesima località con l'individuale maschile di mercoledì 4 dicembre, l'individuale femminile di giovedì 5 dicembre, la staffetta maschile di sabato 7 dcebre e la staffetta femminile di domenica 8 dicembre.

    Tutte le vittorie nella Coppa del mondo femminile

    Wierer: "Mi piace continuare a sorprendere, spero di farlo per tutta la stagione"

    Ordine d'arrivo sprint femminile Oestersund (Sve):
    1. Dorothea Wierer (Ita) 1 19'48"5
    2. Marte Olsbu Roeseland (Nor) 2 +8"6
    3. Marketa Davidova (Cze) 0 +11"9
    4. Franziska Preuss (Ger) 0 +19"2
    5. Linn Persson (Sve) 1 +21"6
    6. Denise Herrmann (Ger) 1 +22"1
    7. Katharina Innerhofer (Aut) 1 +37"3
    8. Lena Haecki (Svi) 2 +39"6
    9. Celia Aymonier (Fra) 1 +40"0
    10. Vita Semerenko (Ucr) 1 +41"1

    15. Federica Sanfilippo (Ita) 1 +56"0
    67. Nicole Gontier (Ita) 4 +2'24"2
    70. Lisa Vittozzi (Ita) 5 +2'32"7
  5. Johannes batte Tarjei nel derby della famiglia Boe che ha monopolizzato la sprint maschile di Coppa del mondo sulla pista svedese di Oesrtersund, con il comune denominatore di un errore a testa al poligono. Il detentore della sfera di cristallo si è imposto con il tempo di 24'18"3, con il quale ha preceduto il fratello di 19"0, terza posizione per il russo Matvej Eliseev a 19"9, fuori al podio l'altro russo Anton Loginov e il francese Martin Fourcade. In casa italia ottima prova di thomas Bormolini: il livignasco ha concluso al tredicesimo posto, miglior prestazione in carriera in questa specialità grazie alla massima precisione al poligono, che gli ha consentito di tenersi alle spalle un comunque positivo Lukas Hofer, quindicesimo a 1'04"6 con un errore. Fuori dalla zona punti Dominik Windisch, 49simo con tre errori, molto più attardato Giuseppe Montello, 71simo con tre errori, e Daniele Cappellari, 103simo con un errore.

    Ordine d'arrivo sprint maschile Oestersund (Sve):    
    1. Johannes Boe (Nor) 1 24'18"3
    2. Tarjei Boe (Nor) 1 +19"0
    3. Matjev Eliseev (Rus) 0 +19"9
    4. Anton Loginov (Rus) 1 +27"1
    5. Martin Fourcade (Fra) 2 +27"9
    6. Johannes Kuehn (Ger) 2 +28"7
    7. Johannes Dale (Nor) 1 +29"4
    8. Erlend Bjoentegaard (Nor) 1 +31"7
    9. Julian Eberhard (Aut) 2 +33"8
    10. Vladimir Iliev (Bul) 2 +36"0

    13. Thomas Bormolini (Ita) 0 +52"0
    15. Lukas Hofer (Ita) 1 +1'04"6
    49. Dominik Windisch (Ita) 3 +2'02"1
    71. Giuseppe Montello (Ita) 3 +2'32"2
    103. Daniele Cappellari (Ita) 1 +3'51"9
  6. È iniziata nel migliore dei modi la Coppa del mondo 2019/2020 di biathlon per l'Italia. Nella prima giornata di gare a Ostersund, in Svezia, il quartetto azzurro composto da Lisa Vittozzi, Dorothea Wierer, Lukas Hofer e Dominik Windish si è imposto la staffetta mista, regalando subito una gioia ai tifosi in una gara dominata nelle prime frazioni, e conclusa con un pizzico di ansia per l grande recupero della Norvegia. Fondamentale per il trionfo finale è stato il lavoro compiuto nelle due frazioni iniziali sia da Vittozzi che da Wierer, capaci di staccare le dirette avversarie di quasi 1', con soli tre errori dal poligono. Un vantaggio che Hofer ha contribuito a mantenere sui diretti avversari della Norvegia, grazie ad un buon passo sugli sci e ad una buona precisione in occasione delle due serie al poligono. Poi è toccato a Windisch concludere l'opera: il 30enne di Anterselva, ha controllato la situazione, gestendo al meglio co le ricariche i quattro errori al tiro, equamente divisi, riuscendo ugualmente a controllare la situazione e tagliare il traguardo con 4"1 sull'arrembante Boe. Chiude il podio la Svezia, staccata di 59"9.

    Con questo magnifico trionfo, l'Italia centra il  sesto podio consecutivo in questo format di gare tra Coppa del mondo, Olimpiadi e Mondiali, allunga a 21 la striscia consecutiva di tappe di coppa in cui sale sul podio in almeno una competizione e fissa a due i successi nella storia della staffetta mista: il precedente arrivò nel marzo 2018 a Kontiolahti, in Finlandia, con Vittozzi e Wierer a ruoli invertiti, così come Hofer con Windisch. Domenica 1 dicembre partono le gare individuali: alle ore 12.30 sprint maschile, seguita alle ore 15.30 dalla sprint femminile.

    Le dichiarazioni degli azzurri dopo la gara

    Le vittorie italiane nella storia in staffetta:
    1° Vittozzi// Wierer/Hofer/Windisch - Staffetta mista Oestersund (Sve) - 30/11/19
    1° Dorothea Wierer/Lukas Hofer - Staffetta singola mista Soldier Hollow (Usa) - 17/02/2019
    1° Lisa Vittozzi/Elena Runggaldier/Dorothea Wierer/Federica Sanfilippo - Staffetta femminile Hochfilzen (Aut) - 16/12/18
    1° Wierer/Vittozzi/Windisch/Hofer - Staffetta mista Kontiolahti (Fin) - 10/03/18
    1° Lisa Vittozzi/ Karin Oberhofer/ Federica Sanfilippo/Dorothea Wierer - Staffetta femminile Hochfilzen (Aut) - 15/12/15
    1° Cristian De Lorenzi/Markus Windisch/Dominik Windisch/Lukas Hofer – Staffetta maschile Oberhof (Ger) 05/01/2012

    Ordine d'arrivo staffetta mista Oestersund (Sve):
    1. Italia (Vittozzi/Wierer/Hofer/Windisch) 0+9 1h05'56"1
    2. Norvegia (Tandrevold/Eckhoff/T. Boe/J.Boe) 0+15 +4"1
    3. Svezia (Persson/Brorsson/Nelin/Ponsiluoma) 0+11 +59"9
    4. Russia 1+13 +1"44"9
    5. Austria 1+10 +1'53"6
    6. Svizzera 1+15 +1'55"5
    7. Germania 1+14 +2'20"9
    8. Usa 0+7 +2'28"1
    9. Francia 2+17 +2'29"1
    10. Finlandia 2+14 +2'45"8


  7. Confermate le formazioni che prenderanno parte sabato 30 dicembre alle prime gare di Coppa del mondo sulla pista di Oestersund, dove sono previste una staffetta singola mista (ore 13.10) e una staffetta mista (ore 15.00, entrambe con diretta televisiva su Eurosport e diretta streaming su www.biathlonworld.com). nella prima occasione saranno impegnati federica Sanfilippo e Thomas Bormolini, nella seconda spazio al collaudsato quartetto composto da Lisa Vittozzi, Dorothea Wierer, Lukas Hofere Dominik Windisch, che nella medesima località nello scorso mese di marzo conquistarono il terzo posto sulla stessa pista nella gara valevole per i Mondiali.   
  8. Dorothea Wierer lancia la sfida, Lisa Vittozzi la raccoglie. Se la detentrice della Coppa del mondo femminile ha dimostrato nelle gare di preparazione disputate in Norvegia di essere già a buon punto, altrettanto si può dire della sappadina, seconda nella passata stagione alle spalle della compagna di squadra. Il circuito riprende sabato la propria corsa rispettivamente con le staffette singola e mista sulla pista svedese di Oestersund, e Lisa vuole farsi trovare pronta. "Siamo stati accolti dal tipico meteo di questa zona - spiega Vittozzi -, Le condizioni sono abbastanza buone, anche se nevica, mi sento abbastanza bene e non vedo l'ora di presentarmi in gara. La staffetta sarà un bel test per cominciare, il vero esordio sarà nella sprint di domenica. Conservo dei buoni ricordi di questa località, qui lo scorso mese di marzo durante i Mondiali, feci buone prestazioni come il secondo posto nell'individuale e il terzo nella staffetta mista, tuttavia spero di ottenere qualcosa di più, soprattutto nella stessa sprint che mi lasciò parecchio amaro in bocca. Però mi sento bene, i test che abbiamo fatto nelle scorse settimane in Norvegia hanno dato riscontri soddisfacenti, penso di crescere ulteriormente e soprattutto la forma migliore deve ancora migliorare. Sinceramente non voglio pormi limiti in questa stagione, se non quello di gettare in pista tutto ciò che posso dare in ogni occasione".
  9. Il 2019 indimenticabile di Dorothea Wierer (prima italiana nella storia a vincere la Coppa del mondo femminile, primo posto nella specialità pursuit, l'oro iridato di Oestersund nella mass start e altre due medaglie nella staffetta singola e in quella mista) si chiude ufficialmente in queste ore per dare spazio ad un 2020 ricco di appuntamenti invitanti, che culmineranno con i Mondiali casalinghi di Anterselva del 12-23 febbraio. La ventinovenne finanziera metterà in palio il pettorale di leader nella prima tappa che si svolgerà proprio a Oestersund. "I successi dell'anno scorso sono e resteranno sempre una parte importante della mia vita da atleta, ma adesso bisogna azzerare tutto. E' stata un'estate molto impegnativa e mi fa piacere che il biathlon sia crsciuto in termini di popolarità, però lo sport è bello perchè ogni giorno offre nuove opportunità e già dai prossimi giorni nessuna avversaria mi regalerà nulla semplicemente perchè mi chiamo Wierer. Alcune di loro si sono ritirate (Dahlmeier, Koukalova, Kuzmina, ndr), ma dietro crescono tante giovani, in grado di puntare al primo posto. Sono sicura che fra di loro ci sarà anche Lisa Vittozzi, sarebbero bello dare vita a tanti altri duelli fra noi ragazze della squadra italiana". Il segreto sarà trovare il giusto equilibrio fra coppa e Mondiali, c'è grande attesa per la rassegna iridata che si terrà in Italia, nel momento in cui la disciplina vive forse il momento migliore della sua storia. "L'importante sarà rimanere concentrati sugli obiettivi e vedremo, chiaramente l'obiettivo rimane quello dei Mondiali, la preparazione estiva è stata fatta soprattutto per arrivare nel pieno della forma in quel periodo, anche se ho puntato sempre nella mia carriera ad avere un rednimento costante, che alla fine fa la differenza. La mia speranza è di arrivarci in piena salute, l'influenza è l'avversario che temo maggiormente".

    Il programma di Oestersund è abbastanza intenso: si comincia con le staffette singola mista e mista, seguite domenica 1 dicembre dalle sprint. Tre giorni dopo ecco l'individuale maschile, che precede giovedì 5 dicembre l'individuale maschile, sabato 7 e domenica 8 dicembre chiusura con le staffette maschile e femminile.
  10. Riparte dalla magica Oestersund l'avventura della squadra di biathlon, pronta a esordire nell'edizione 2019/20 della Coppa del mondo. La località svedese nello scorso mese di marzo regalò giornate indimenticabili al gruppo diretto da Fabrizio Curtaz, che nel corso dei mondiali vinse addirittura cinque medaglie, con le perle degli ori praticamente in contemporanea di Dorothea Wierer e Dominik Windisch nelle mass start di chiusura. I due altoatesini saranno al via delle gare che partiranno sabato 30 novembre al pari di Lisa Vittozzi, Federica Sanfilippo, Nicole Gontier, Lukas Hofer, Thomas Bormolini, Daniele Cappellari e Giuseppe Montello, per un totale di quattro donne e cinque uomini. Il programma del primo appuntamento stagionale è abbastanza intenso: si comincia con le staffette singola mista e mista, seguite domenica 1 dicembre dalle sprint. Tre giorni dopo ecco l'individuale maschile, che precede giovedì 5 dicembre l'individuale maschile, sabato 7 e domenica 8 dicembre chiusura con le staffette maschile e femminile.

    L'Italia vanta una tradizione positiva sulla pista di Oestersund: Wierer si è imposta anche nell'individuale del 2015, Wilfried Pallhuber nell'individuale maschile del 1996, Johann Passler nella sprint mashcile del 1989 e altri undici podi. 

    Questa settimana parte anche l'Ibu Cup a Sjusjoen, in Norvegia, con due sprint e una pursuit, alle quali prenderanno parte Saverio Zini, Thierry Chenal, PAtrick Braunhofer, Michela Carrara, Irene Lardschneider e Alexia Runggaldier.

    Il programma delle competizioni:
    Gio. 28/11 - Ibu Cup - Sprint maschile e femminile Sjusjoen (Nor) - ore 11.00 e 14.00
    Sab. 30/11 - Cdm - Staffetta singola mista e staffetta mista Oestersund (Sve) - ore 13.10 e 15.00, diretta tv Eurosport e streaming www.biathlon-world.com
    Sab. 30/11 - Ibu Cup - Sprint maschile e femminile Sjusjoen (Nor) - ore 11.00 e 14.00
    Dom. 01/12 - Cdm - Sprint maschile e femminile Ostersund (Sve) - ore 12.30 e 15.30, diretta tv Eurosport e streaming www.biathlon-world.com
    Dom. 01/12 - Ibu Cup - Pursuit maschile e femminile Sjusjoen (Nor) - ore 10.00 e 12.30