Combinata nordica

  1. Tante gare e un bilancio finale più che positivo. La lunga estate della combinata nordica e del salto, ha regalato soddisfazioni al direttore tecnico Federico Rigoni, che ha visto i suoi atleti impegnati in varie competizioni fra Alpen Cup, Continental Cup e Summer Gran Prix.

    "Personalmente sono molto contento dei risultati ottenuti nei mesi scorsi dal gruppo della combinata nordica - il commento soddisfatto di Rigoni -. Se penso che Samuel Costa un anno fa era fermo per le quattro operazioni subite in una anno e questa estate ha fatto due podi, un 1° posto nella mix team e un secondo posto nella classifica generale del Grand Prix, dove non è mai uscito dai primi dieci classificati in otto gare, questo fa ben sperare. L’importante però è restare con i piedi per terra e lavorare passo dopo passo. Tutti hanno delle grandi capacità".

    Entrando nel dettaglio, il direttore tecnico esprime le sue valutazioni su ogni singolo atleta della disciplina: "Alessandro Pittin, che ha conquistato il primo posto nella Team Mix del Summer Gran Prix, si è dedicato ad un lavoro mirato a migliorare la tecnica del salto. Al pari di Raffaele Buzzi, il quale ha conquisto il 'pettorale rosso' come miglior fondista nelle gare estive. Ci aspettiamo molto anche da Aaron Kostner: le sue capacità sono innegabili. Tra le donne vorrei sottolineare le ottime prestazioni offerte da Veronica Gianmoena nella Continental Cup e nel Gran Prix estivo, con un quinto posto finale: in quest'ultima competizione si sono distinte anche Annika Sieff e Daniela Dejori, capaci di entrare nella top ten finale. La Sieff ha conquistato pure il pettorale giallo di leader nella combinata nordica".

    Impossibile non parlare degli junior, che rappresentano il futuro della categoria maschile: "Bortolas ha fatto molto bene in Alpen Cup dove è entrato per quattro volte nei primi dieci, poco meglio di Mariotti che si è fermato a quota tre. Buoni riscontri sono arrivati anche dalle categorie 2003-2004-2005 impegnate in Youth Cup.         

    Passando al salto, non si può non citare Lara Malsiner, protagonista di una estate sugli scudi: "La gardanese ha concluso il circuito del Grand Prix al settimo posto assoluto, un ottimo risultato - le parole di Rigoni -. Segnali positivi li hanno dati anche Elena Runggaldier e Manuela Malsiner, con quest'ultima rientrata in estate dopo un anno di stop a causa di una operazione ad un ginocchio. Tra gli uomini, sta lavorando molto Alex Insam: ha cambiato tecnico, affidandosi ad un sloveno, e per assorbire tutte queste novità ci vuole del tempo. Da parte sua però, non sono mai mancati impegno e serietà. La ribalta tra gli juniores se l'è presa Jessica Malsiner: tre gare vinte in Alpen Cup con tanto di pettorale giallo di leader della competizione sono un ottimo bottino, considerando che parliamo di una 2002".
  2. Il nono posto nella Gundersen di chiusura del Grand Prix disputata nella località slovena di Planica permette a Samue Costa di chiudere al secondo posto nella classifica finale del torneo estivo, alle spalle dell'austriaco Franz-Josef Rehrl, che non ha partecipato alla gara domenicale, settima del calendario. Il gardenese, terzo a Oberhof e secondo a Tschagguns, ha confermato il buon lavoro estivo di preparazione effettuato dall'intero team guidato da Federico Rigoni.

    La vittoria di giornata è andata al norvegese Jarl Magnus Riiber davanti al francese Antoine Gerard e l'altro norvegese Jens Luraas Oftebro, mentre la squadra azzurra ha piazzato anche Aaron Kostner al diciottesimo posto, Raffaele Buzzi al 24simo e Lukas Runggaldier al ventottesimo. Il piazzamento odierno consente a Buzzi di assicurarsi per la seconda volta il "Best Skier Trophy", riservato all'atleta più veloce sugli sci stretti, grazie a tre successi di tappa. La graduatoria conclusiva vede Rehrl a quota 415 punti contro i 298 di Costa e i 283 di Gerard. Kostner è 32simo, Pittin 45simo, Buzzi 49simo e Runggaldier 52simo.   

    Ordine d'arrivo Gundersen HS138/10 km Grand Prix Planica (Slo):
    1 RIIBER Jarl Magnus 1997 NOR 25:13.1
    2 GERARD Antoine 1995 FRA +2.4
    3 OFTEBRO Jens Luraas 2000 NOR +3.4
    4 ANDERSEN Espen 1993 NOR +3.7
    5 GREIDERER Lukas 1993 AUT +4.8
    6 BJOERNSTAD Espen 1993 NOR +17.1
    7 RIESSLE Fabian 1990 GER +24.6
    8 GRAABAK Joergen 1991 NOR +25.7
    9 COSTA Samuel 1992 ITA +27.6
    10 VYTRVAL Jan 1998 CZE +28.8

    18 KOSTNER Aaron 1999 ITA +41.2
    24 BUZZI Raffaele 1995 ITA +2:08.9

    28 RUNGGALDIER Lukas 1987 ITA +2:24.1

  3. Nuova grande prestazione di Samuel Costa nella quinta tappa del Grand Prix estivo, in programma nella località austriaca di Tschagguns. Il gardenese, terzo a Oberhof pochi giorni fa, si è addirittura migliorato, arrivando al traguardo in seconda posizione, staccato di 2"2 dal vincitore tedesco Fabian Riessle, autore del tempo totale di 21'56"3. Costa ha recuperato ben sei posizioni nella frazione sugli skiroll di 10 km, mentre al terzo posto si è piazzato il francese Antoine Gerard a 2"5. Bella rimonta  anche di Alessandro Pittin, dodicesimo a 1'04"3 con un saldo positivo di dieci posizioni, mentre Lukas Runggaldier è finito diciottesimo a 1'07"7 e Raffaele Buzzi ventiduesimo a 1'30"2 con un recupero di sei posizioni, grazie al quinto tempo. La classifica generale del torneo vede il tedesco Rehrl (nono nell'occasione) al comando con 335 punti, seguono Akito Watabe (assente in Austria) con 278 punti e lo stesso Costa con 240 punti. I prossimi due appuntamenti che chiuderanno il Grand Prix sono attesi a Planica nel fine settimana.
  4. Bellissimo terzo posto di Veronica Gianmoena nella seconda Gundersen femminile di Oberhof, valevole per il Grand Prix. La trentina e’ giunta al traguardo con un ritardo di 42”9 dalla vincitrice norvegese Guda Westvold Hansen, dominatrice del circuito, mentre al terzo posto si è piazzata la russa Stefaniya Nadymova a 9”2. Buona anche la prestazione di Daniela Dejori, nona a 1’’41”1, mentre Annika Sieff è stata squalificata.

    La classifica finale del torneo dopo quattro gare premia la Nadymova con 320 punti davanti a Geraghty-Moats con 300 e e Nowak con 230, Gianmoena finisce quinta con 136, Sieff sesta con 115 e Dejori ottava con 111.
     
    Ordine d'arrivo Gundersen HS100/5 km Grand Prix Oberhof (Ger):
    1 WESTVOLD HANSEN Gyda 2002 NOR 13:34.9
    2 NADYMOVA Stefaniya 1994 RUS +9.2
    3 GIANMOENA Veronica 1995 ITA +32.9
    4 NOWAK Jenny 2002 GER +45.7
    5 GONCHAROVA Anastasia 1999 RUS +58.9

    9 DEJORI Daniela 2002 ITA 1:41.1
    SIEFF Annika 2003 ITA squalificata
  5. Samuel Costa prende il podio nel Gran Prix estivo di Oberhof. Il 26enne gardenese delle Fiamme Oro, già parte della squadra che la scorsa settimana aveva saputo conquistare la vittoria nella Team Mixed, e che vanta nel personale palmarès quattro podi in Coppa del mondo, si è classificato al terzo posto nella gundersen odierna, alle spalle dell'austriaco Franz-Josef Rehrl, primo con il tempo di 21'50"2, e del giapponese Akito Watabe, staccato di 27"7. 36"5 il ritardo di Costa, settimo al termine del turno di salti e poi in rimonta su tutto il gruppo, a parte i due battistrada. 33/o posto finale per Aaron Kostner, a 2'38"9 dal leader, mentre è 36/o Raffaele Buzzi, a 2'49"2.
    Per Costa si tratta del primo podio individuale nel Gran Prix.

    Ordine d'arrivo gundersen maschile GP Oberhof (Ger):
    1. Franz-Josef Rehrl AUT 21'50"2
    2. Akito Watabe JPN +27"7
    3. Samuel Costa ITA +36"5
    4. Vinzenz Geiger GER +38"4
    5. Thomas Joebstl AUT +39"4
    6. Yoshito Watabe JPN +42"7
    7. Ilkka Herola FIN +43"5
    8. Laurent Muhlethaler FRA +43"8
    9. Lukas Greiderer AUT +46"5
    10. Fabian Riessle GER +48"8

    33. Aaron Kostner ITA +2'38"9
    36. Raffaele Buzzi ITA +2'49"2