Ski-News: Coppa del Mondo di Sci alpino

  1. Cominciano le trasferte sudamericane per gli azzurri dello sci alpino. Ad aprire la strada sono i velocisti (ad eccezione di Christof Innerhofer, appena tornato sugli sci) che partiranno il 19 agosto per effettuare due turni di allenamento a Ushuaia, in Argentina, da dove rientreranno il prossimo 16 settembre.
    Il dt della discesa maschile Alberto Ghidoni e il ds Massimo Rinaldi, hanno diramato le convocazioni per cinque atleti: Dominik Paris, Emanuele Buzzi, Peter Fill, Mattia Casse e Matteo Marsaglia.
    Sarà un periodo di allenamento intenso e determinante per farsi trovare pronti all'inizio della prossima stagione.
    Paris ripartirà da zero per puntare ancora più in alto dopo la stagione che lo ha consacrato campione del mondo e vincitore della Coppa del mondo di superG. Fill e Buzzi sono al rientro da infortuni che ne hanno condizionato la stagione passata: ora si tratta di lasciare tutto alle spalle e riproporsi in vetta alle classifiche internazionali. Casse e Marsaglia cercheranno di proseguire nella risalita alle classifiche, cominciata nella passata stagione.
    Lo staff tecnico sarà al completo: Ghidoni a guidare la squadra, coadiuvato da Christian Corradino, Valter Ronconi, Giuseppe Abruzzini, Alberto Sugliano, Mattia Lavelli e Raimund Plancker (che rientrerà in Italia il 4 settembre).
    Gli skimen saranno: Giorgio Gay, Josef Zanon e Daniel Zonin.
  2. Primo assaggio stagionale sulla neve per Christof Innerhofer che, a distanza di 144 giorni dalla caduta dello scorso 22 marzo durante il supergigante dei Campionati Italiani che gli procurò la rottura del legamento crociato del ginocchio sinistro. E' accaduto sul ghiacciaio del Passo dello Stelvio, dove il campione di Gais (Bz) ha svolto una leggera seduta in compagnia del tecnico Raimund Plancker e dello skiman di fiducia Ales Kalamar. Nulla di particolarmente impegnativo, naturalmente, si è trattato solamente di fare alcune curve secondo il programma di riabilitazione stilato in collaborazione con la Commissione Medica e il direttore tecnico Alberto Ghidoni.

    "Oggi ho rimesso gli sci, che gioia! - ha detto Inner al termine della giornata -. Quando aspetti per tanto tempo di fare una cosa e poi arriva quel giorno, ti senti la persona più felice al mondo. Oggi è una giornata così per me. Ho rimesso gli sci, mi sembrava di essere un bambino che metteva gli sci ai piedi per la prima volta... ho avuto buone sensazioni. La coordinazione del ginocchio va bene, ovviamente non ho forzato tanto, perché ora devo crescere step by step, senza avere fretta. Ora le mie sciate saranno più come una terapia, più che un allenamento vero e proprio, ma sono fiducioso come sempre".

    Il prossimo appuntamento con Innerhofer sugli sci è previsto per la fine di agosto, sempre al Passo dello Stelvio.
  3. Continua, intensa, la preparazione estiva delle squadre FISI che, a turno, stanno usufruendo dell'ottimale ospitalità del Centro di Preparazione Olimpica "Bruno Zauli" di Formia (Lt) per affrontare al meglio la prossima stagione di competizioni. In questi giorni nella struttura laziale sono presenti i componenti del gruppo di Coppa Europa maschile, a cui si sono aggiunti per la prima volta anche il nutrito team degli osservati (nato fra il 2000 e 2002), composto da ben trentacinque ragazzi, diviso fra ventuno ragazze e quattordici ragazzi. Il raduno segue quello tenutosi nelle scorse settimane sul ghiacciaio del Passo dello Stelvio e si è svolto alla presenza del Presidente Flavio Roda, che ha fatto visita alla struttura nella quale vengono alternati test di valutazione sulle mobilità articolari e sulla forza ad altre sessioni dedicate a lavori specifici riguardanti il metabolismo dell’ossigeno e a lavori sulle abilità articolari.

    Il tutto nell'ambito della valorizzazione dei talenti dello sci alpino, attraverso un allargamento della base, con la massima apertura verso nuovi e successivi ingressi. Il progetto ha l’ambizione di essere applicato alle altre discipline federali, alla luce dell’adesione positiva riscontrata in termini numerici. Il Presidente Roda ha colto l'occasione per ringraziare i tecnici presenti per la volontà collaborativa e le sinergie poste in essere verso gli allenatori di club e di comitato, con il fine comune di crescere grandi talenti, che possano un giorno diventare campioni.

    A Formia sono presenti Alberto Battisti (AA), Francesco Gatto (AA), Martino Rizzi (TN), Federico Scussel (VE), Marco Abbruzzese (AOC), Tommaso Saccardi (CAE), Luca Isabella (TN), Davide Seppi (TN), Corrado Barbera (AOC), Goffredo Mammarella (CAB), Luca Resinelli (AC), Andrea Maddii (CAT) e le giovani Laura Steinmair (AA), Elisa Pilar Lucchini (VA), Diletta Flavia Giordano (CAM), Ellen Pedevilla (AA), Alice Pazzaglia (CAE), Alessia Guerinoni (AC), Annette Belfrond (VA), Laura Rota (AC), Andrea Craievich (FVG), Martina Piaggio (AOC), Federica Lani (VE), Alice Calaba (VA), Heloise Edifizi (VA), Alice Mus (VA), Ginevra Berta (TN), Sofia Brustia (VA), Elisa Schranzhofer (AA), Carole Agnelli (VA), Nicole Kostner Nogler (AA), Sofia Kerschbaumer (AA) e Amelia Di Grazia Rigatti (TN). In loro compagnia durante i giorni di preparazione ci sarà lo staff FISI composto dal responsabile atletico Roberto Manzoni, il coordinatore Matteo Ponato, il preparatore atletico della C femminile Andrea Gabella, Luca Rosi, Luca Scarian e alcuni tecnici aggregati tra cui Walter Stacco, Diego Vinai e Paolo Borio.
  4. Saranno Charlotte Audibert e Gianlorenzo Di Paolo i fortunati destinatari della sessione di Ski Training messa in palio dal "Progetto Donors" che si svolgerà da domenica 8 a mercoledì 11 settembre al Passo dello Stelvio e che vedrà coinvolta anche la squadra C diretta da Massimo Carca. I due ragazzi della categoria aspiranti avranno la possibilità di sciare per tre giorni insieme alle giovani speranze dello sci azzurro, sotto la guida e con i consigli dello staff tecnico della nazionale. Il tutto grazie all'iniziativa ideata da Fondazione Cortina 2021 in collaborazione con FISI Veneto e la Federazione Italiana Sport Invernali, con l'obiettivo di dare sostegno all'attività agonistica giovanile delle discipline invernali.

    I nomi di Audibert e Di Paolo sono stati estratti in occasione dei Campionati Italiani che si sono svolti nello scorso mese di marzo proprio a Cortina d'Ampezzo e presentati nel corso di ProWinter tenutosi a Bolzano in aprile, il tutto rientra in un più ampio programma che prevede anche il coinvolgimento delle aziende del territorio e la consegna di sei borse di studio agli aspiranti che risulteranno più meritevoli in un ideale scala dei valori, nella quale verrà tenuto conto sia dei risultati sportivi, sia dei risultati scolastici. "Progetto Donors" ha ottenuto il sostegno e il patrocinio del MIUR, il Ministero per l'Istruzione, l'Università e la Ricerca.

  5. Il quartetto della velocità di Coppa del mondo (ad eccezione dell'assente Dominik Paris) si ritrova al Passo dello Stelvio per quattro giorni di sci sul ghiacciaio al confine fra Lombardia e Alto Adige, a partire da martedì 30 luglio fino a venerdì 2 agosto. Il direttore sportivo Max Rinaldi ha convocato Emanuele Buzzi, Mattia Casse, Peter Fill e Matteo Marsaglia, insieme ai loro presenti il direttore tecnico Alberto Ghidoni, i tecnici Christian Corradino, Raimund Plancker, Walter Ronconi e il preparatore atletico Giuseppe Abruzzini.

    Si sposta invece in Francia il gruppo C maschile per cinque giorni di allenamento in slalom nell'impianto al coperto di Amneville, in Francia. Il direttore tecnico giovanile Massimo Carca ha convocato dal 4 al 9 agosto Riccardo Allegrini, Matteo bendotti, Matteo Canins, Filippo Della Vite, Giovanni Franzoni, Matteo Franzoso, Alessandro Pizio e Manuel Ploner, che saranno assistiti anche dai tecnici Max Blardone e Andrea Truddaiu.
  6. Trentacinque giovani atleti emergenti del gruppo osservati di sci alpino sono stati convocati dal direttore tecnico giovanile Massimo Carca per lo stage atletico in programma dal 28 luglio fino al 3 agosto presso il Centro di Preparazione Olimpica del Coni di Formia (Lt).
    A partecipare al ritiro sportivo saranno i giovani Alberto Battisti (AA), Francesco Gatto (AA), Martino Rizzi (TN), Federico Scussel (VE), Marco Abbruzzese (AOC), Tommaso Saccardi (CAE), Luca Isabella (TN), Davide Seppi (TN), Corrado Barbera (AOC), Goffredo Mammarella (CAB), Luca Resinelli (AC), Andrea Maddii (CAT) e le giovani Laura Steinmair (AA), Elisa Pilar Lucchini (VA), Diletta Flavia Giordano (CAM), Ellen Pedevilla (AA), Alice Pazzaglia (CAE), Alessia Guerinoni (AC), Annette Belfrond (VA), Laura Rota (AC), Andrea Craievich (FVG), Martina Piaggio (AOC), Federica Lani (VE), Alice Calaba (VA), Heloise Edifizi (VA), Alice Mus (VA), Ginevra Berta (TN), Sofia Brustia (VA), Elisa Schranzhofer (AA), Carole Agnelli (VA), Nicole Kostner Nogler (AA), Sofia Kerschbaumer (AA) e Amelia Di Grazia Rigatti (TN). In loro compagnia durante i giorni di preparazione ci sarà lo staff FISI composto dal responsabile atletico Roberto Manzoni, il coordinatore Matteo Ponato, il preparatore atletico della C femminile Andrea Gabella, Luca Rosi, Luca Scarian e alcuni tecnici aggregati tra cui Walter Stacco, Diego Vinai e Paolo Borio.
  7. E' tempo di rimettere gli sci ai piedi: a partire da mercoledì 18 fino al 24 luglio gli slalomisti di Coppa del mondo saranno in allenamento sulle nevi del Passo dello Stelvio (Ita).
    Il direttore tecnico Roberto Lorenzi, d'intesa con il direttore sportivo Massimo Rinaldi, ha convocato Manfred Moelgg, Giuliano Razzoli, Alex Vinatzer, Luca De Aliprandini e Riccardo Tonetti. In loro compagnia ci sarà anche il gruppo "A2" delle discipline tecniche composto da Andrea Ballerin, Giovanni Borsotti, Tommaso Sala, Simon Maurberger, Federico Liberatore e Hannes Zingerle.
    A seguire gli undici azzurri durante l'allenamento sciistico sul ghiacciaio ci sarà lo staff composto dallo stesso Lorenzi, dai due responsabili di squadra Jacques Theolier e Roberto Saracco, e da Stefano Costazza e Giancarlo Bergamelli, i preparatori Giuliano Ravera, Fabio Bianco Dolino, i fisioterapisti Andrea Bosco, Luca Caselli e gli skimen Tiziano Vuerich, Michael Moelgg, Andrea Noris, Fabio Maxenti, Patrick Dorfmann, Gabriele Morandi e Giuseppe Manera.
  8. E' in pieno svolgimento lo stage del gruppo osservati di sci alpino, convocati fino a domenica 14 luglio sul ghiacciaio del Passo dello Stelvio dal direttore tecnico Giovanile Massimo Carca, rientrante nel programma di allenamenti stilati in collaborazione con i Comitati Regionali.

    Sulle nevi del ghiacciaio saranno presenti nove ragazzi e undici ragazze: Martino Rizzi (Fiamme Oro), Federico Scussel (Veneto), Marco Abbruzzese (Alpi Occidentali), Alberto Battisti (Esercito), Tommaso Saccardi (Appennino Emiliano), Luca Isabella (Trentino), Davide Seppi (Trentino), Goffredo Mammarella (Carabinieri), Corrado Barbera (Alpi Occidentali), Laura Steinmair (Carabinieri), Elisa Pilar Lucchini (Asiva), Sophie Mathiou (Asiva), Diletta Flavia Giordano (Campania), Ellen Pedevilla (Alto Adige), Alice Pazzaglia (Appennino Emiliano), Alessia Guerinoni (Alpi Centrali), Annette Belfrond (Asiva), Laura Rota (Alpi Centrali), Andrea Craievich (Friuli Venezia Giulia) e Martina Piaggio (Alpi Occidentali). Ad assistere i ragazzi anche l'allenatore responsabile della squadra C femminile Angelo Weiss, i tecnici Matteo Ponato, Ivan Imberti e Riccardo Coriani e i tecnici dei Comitati Regionali Franco Cadin (Asiva), Marco Gullino (Alpi Occidentali), Simone Stiletto (Alpi Centrali), Dario Della Libera (Friuli Venezia Giulia), Enrico Vicenzi (Trentino) e Andrea Sonda (Trentino).

    "Siamo a metà di questa prima tappa del percorso dedicata all'addestramento - spiega Carca -. Nelle prime due giornate abbiamo utilizzato maggiormente gli sci da slalom, sfruttando ogni condizione della neve, da quella perfetta di oggi alle buche di giorni scorsi, c'è stato tempo persino per un po' di skicross e nei prossimi giorni punteremo l'attenzione in gigante su una pista ondulata. L'obiettivo degli allenatori è pure quello di organizzare una giornata in supergigante. Conosciamo dal punto di vista tecnico tutti questi ragazzi, però è importante osservarli prima di proporre qualcosa, siamo molto soddisfatti dell'aiuto dei tecnici dei comitati regionali, ringraziamo anche la società impianti del ghiacciaio che ci permette di variare nel modo più completo le piste in base alle nostre esigenze".
  9. Il Comune di Sestriere ha ospitato una prima, importante riunione in vista dell'appuntamento con la Coppa del Mondo di sci alpino femminile che torna a distanza di più di tre anni sulle piste di Sestriere, nel comprensorio della Vialattea. Due gli appuntamenti sulla pista olimpica Kandahar G.A. Agnelli: un gigante sabato 18 gennaio e uno slalom parallelo domenica 19 gennaio 2020.

    Un incontro che ha visto la partecipazione, per il Comune di Sestriere, del Sindaco Valter Marin, dell’Assessore allo Sport Gianni Poncet e del segretario comunale Diego Joannas. Per la FISI sono saliti al Colle il Presidente Flavio Roda, e il Vice Presidente Pietro Marocco, mentre per la Sestrieres Spa erano presenti il Presidente Ing. Giovanni Brasso e il direttore generale, Luisella Bourlot.

    "Il Comune di Sestriere - spiegano il Sindaco Valter Marin e l’Assessore allo Sport Gianni Poncet - ha fatto da garante per la Fisi manifestando la ferrea volontà di tornare ad ospitare la Coppa del Mondo di Sci Alpino ancor prima del Consiglio FIS di inizio giugno. Grazie al primo lotto dei fondi della Legge Regionale 65/2000 sono stati svolti alcuni importanti lavori di miglioramento delle piste che a breve saranno completati. Siamo soddisfatti e ringraziamo la Fisi e la Fis per la fiducia accordataci sulla scia del successo ottenuto nel 2016. Vogliamo che Sestriere torni ad essere un appuntamento ricorrente nel calendario di Coppa del Mondo e da oggi iniziamo a lavorare sodo per questo grande evento".

    "Siamo molto contenti, ringraziamo la FISI ed il Comune di Sestriere per il lavoro svolto in sinergia che ci ha permesso di riportare in Vialattea la Coppa del Mondo di Sci Alpino - racconta Gualtiero Brasso, Direttore Sportivo Sestrieres Spa -. Siamo già all'opera con molto entusiasmo per poter organizzare una manifestazione all'altezza della situazione come già accaduto nel 2016".

    "L'ultima edizione risalente al dicembre 2016 si è rivelata un grande successo sia dal punto di vista sportivo che sotto il profilo della partecipazione - conferma il Presidente Roda -. Sestriere meritava un'altra opportunità e quando si è presentata l'occasione, ha saputo coglierla al volo. Ringrazio Marin per l'impegno della sua Amministrazione e Brasso per la capacità di fare sistema e coinvolgere il mondo degli appassionati degli sport invernali in un evento che avrà un ruolo importante anche al di fuori dell'aspetto sportivo".
  10. Il lavoro in pista e quello di preparazione atletica sono già cominciati da qualche settimana, oggi invece il team dei tecnici delle squadre nazionali di sci alpino (dalla Coppa del mondo alle squadre C) si è ritrovato a Milano per una due giorni di confronto su organizzazione, metodi, analisi e programmazione in vista della prossima annata di competizioni. Il momento ideale per misurare e definire ulteriormente la linea tecnica comune già intrapresa negli anni scorsi.

    Presenti, fra gli altri, il direttore sportivo Max Rinaldi, i direttori tecnici Giovanni Luca Rulfi (donne), Alberto Ghidoni (discipline veloci uomini) e Roberto Lorenzi (discipline tecniche uomini), gli allenatori responsabili Giovanni Feltrin (Coppa del mondo donne velocità), Matteo Guadagnini (Coppa del mondo donne slalom), Jacques Theolier (Coppa del mondo uomini slalom), Roberto Saracco (Coppa del mondo uomini gigante), Alexander Prosch (Coppa Europa donne discipline tecniche), Giuseppe Butelli (Coppa Europa donne discipline veloci), Lorenzo Galli (Coppa Europa uomini discipline veloci), Devid Salvadori (Coppa Europa uomini discipline tecniche), Massimo Carca (direttore tecnico Giovani e responsabile squadra C uomini), Angelo Weiss (allenatore responsabile squadra C donne) e il responsabile della preparazione atletica Roberto Manzoni.

    La riunione è stata aperta dal Presidente Flavio Roda, il quale ha voluto rivolgere il proprio in bocca al lupo a tutti i presenti, in un momento storico di particolare interesse a livello mediatico per gli sport invernali italiani e alla vigilia di un biennio che ci porterà diretti ai Mondiali di sci alpino di Cortina 2021.