Ski news: Sci d'erba

  1. Finice con la vittoria di Mattia Arrigoni la Coppa del mondo di sci d'erba, una vittoria che mitiga solo in parte la delusione per l'Italia, che dopo tre vittorie consecutive della Coppa assoluta con Edoardo Frau, quest'anno deve cedere le armi al giovane ceco Martin Bartak.
    Tornando alla gara, Arrigoni (Valsassina ski team) ha messo in riga tutti, facendo registrare il tempo di 39"13, davanti allo svizzero Mirko Hueppi di 37 centesimi, e all'altro rossocrociato Stefan Portmann per 43. Quarto posto per Frau a 99 centesimi, non abbastanza per colmare il divario dal ceco, che chiude la stagione vincendo con 1085 punti la classifica generale (255 più di Frau), e tutte le classifiche di specialità, tranne quella dello slalom conquistata ancora una volta da Lorenzo Gritti, oggi ottavo, mentre l'Italia si è assicurata per il secondo anno di fila la Coppa per Nazioni. Ancora bene Guerini, quinto nel superG. Nei top ten anche Filippo Zamboni con il nono posto.

    In campo femminile, Jacqueline Gerlach sancisce con una vittoria nel superG l'assoluto dominio di tutta la stagione, che porta l'austriaca ad aggiudicarsi nettamente la Coppa. Gerlach è seguita sul podio odierno dalla ceca Adela Kettnerova, a 53 centesimi, e dall'azzurra Margherita Mazzoncini a 77. Buon quinto posto per Monica Ferrighetto, mentre è settima Antonella Manzoni, chre chiude al secondo posto nella generale.

    Ordine d'arrivo SG maschile CdM Schilpario:
    1. Mattia Arrigoni ITA 39"13
    2. Mirko Hueppi SUI +0"37
    3. Stefan Portmann SUI +0"43
    4. Edoardo Frau ITA +0"99
    5. Pietro Guerini ITA +1"10
    6. Marcel Knapp GER +1"38
    7. Philipp Gschwandtner AUT +1"43
    8. Lorenzo Gritti ITA +1"58
    9. Filippo Zamboni ITA +1"69
    10. Roland Schloegl AUT +1"71

    19. Daniele Buio ITA +2"99
    20. Nicolò Schiavetti ITA +3"81
    21. Marco Combi ITA +3"84
    22. Nicolò Libardoni ITA +3"90
    26. Fabrizio Rottigni ITA +4"64
    28. Davide Nieddu ITA +4"85
    30. Alberto Bleynat ITA +5"12
    31. Alessandro Martinelli +5"42


    Ordine d'arrivo SG femminile CdM Schilpario:
    1. Jacqueline Gerlach AUT 41"78
    2. Adela Kettnerova CZE +0"53
    3. Margherita Mazzoncini ITA +0"77
    4. Ingrid Hirschhofer AUT +0"95
    5. Monica Ferrighetto ITA +2"28
    6. Sarka Abrahamova CZE +2"41
    7. Antonella Manzoni ITA +2"61
    8. Nikola Fricova SVK +2"80
    9. Alena Vesela CZE +3"04
    10. Petra Mlejnkova CZE +3"57

    13. Federica Milesi +6"41
    14. Chiara Milesi +12"85
  2. Il duello fra Martin Bartak e Edoardo Frau per la Coppa del mondo maschile si è risolto definitivamente nel gigante di Schilpario (Bg), peultima tappa stagionale, vinta dallo svizzero Stefan Portmann con il tempo di 1'24"16. Il ceco, secondo a 53 centesimi proprio davanti all'azzurro, ha conquistato i punti necessari per rendersi irraggiungibile nella graduatoria generale, strappando proprio a Frau lo scettro che deteneva consecutivamente da tre stagioni. Edoardo si consola con le due due medaglie d'oro e il bronzo iridati di Marbachegg conquistati in agosto. Nella classifica della gara figura anche Edoardo Gritti al quinto posto, Pietro Guerini all'ottavo, Daniele Buio al dodicesimo e Filippo Zamboni al tredicesimo, più attardati gi altri. Il totale di punti vede Bartak salire a 1065 contro i 880 di Frau e i 595 di Portmann, il quale sopravanza Gritti a 557.

    La prova femminile registra il successo della dominatrice Jacqueline Gerlach in 1'28"40 sulla slovacca Nikola Fricova e la ceca Petra Mlejnkova, settima Federica Milesi, fuori le altre azzurre, mentre Antonella Manzoni non ha preso il via. La graduatoria vede Gerlach a 1360 punti davanti a Manzoni con 725 e Vesela con 670. Domenica 15 settembre ultima gara dell'anno, un supergigante che partirà alle ore 10.45.

    Ordine d'arrivo GS maschile Schilpario (Ita):
    1 PORTMANN Stefan 1984 SUI 1:24.16
    2 BARTAK Martin 1999 CZE +0.53
    3 FRAU Edoardo 1980 ITA +0.72
    4 GSCHWANDTNER Philipp 1989 AUT +1.36
    5 GRITTI Lorenzo Dante Marco 1985 ITA +1.64
    6 HUEPPI Mirko 1989 SUI +1.88
    7 POSCH Sascha 1992 AUT +2.63
    8 GUERINI Pietro 1982 ITA +2.84
    9 MACHU Filip 2000 CZE +3.06
    10 KOEHLER Jonas 1997 GER +3.39

    12 BUIO Daniele 2000 ITA +3.70
    13 ZAMBONI Filippo 2001 ITA +4.00
    15 COMBI Marco 2000 ITA +5.60
    17 BLEYNAT Alberto 1997 ITA +6.67
    19 MARTINELLI Alessandro 2002 ITA +7.80
    20 ROTTIGNI Fabrizio 1986 ITA +16.55

    LIBARDONI Nicolo 2002 ITA ritirato
    NIEDDU Davide 2001 ITA ritirato
    SCHIAVETTI Nicolo 2001 ITA ritirato
    ARRIGONI Mattia 1987 ITA ritirato

    Ordine d'arrivo GS femminile Schilpario (Ita):
    1 GERLACH Jacqueline 1991 AUT 1:28.40
    2 FRICOVA Nikola 2001 SVK +1.79
    3 MLEJNKOVA Petra 1988 CZE +3.44
    4 VESELA Alena 2002 CZE +3.49
    5 KETTNEROVA Adela 1996 CZE +3.89
    6 DRAHOVSKA Vanesa 2003 SVK +8.89
    7 MILESI Federica 2002 ITA +12.43

    MAZZONCINI Margherita 1997 ITA ritirata
    FERRIGHETTO Monica 1999 ITA ritirata
    MILESI Chiara 1998 ITA ritirata
    MANZONI Antonella 1980 ITA non partita
  3. Si è conclusa con la vittoria dello svizzero Mirko Hueppi nello slalom, la seconda giornata di gare a Schilpario, la località bergamasca che sta ospitando le fasi finali della Coppa del mondo di sci d'erba. Lo svizzero si è imposto col tempo di 1:20.67, anticipando di 50" l'azzurro Lorenzo Gritti che si era già assicurato la coppa di specialità. Putroppo il bergamasco a fine gara è stato squalificato per salto di porta, promuoendo automaticamente lo svizzero Stefan Portmann al secondo posto e lo slovacco Adam Masar al terzo. L'altro azzurro, Edoardo Frau, si deve accontentare della quarta posizione davanti a Bartak, quinto, che è sempre più lanciato verso la coppa di cristallo: a due gare dalla fine sono 165 i punti che li separano in classifica. Sesta posizione per Pietro Guerini che precede Filippo Zamboni, settimo. Il trentino al termine dello slalom si è detto soddisfatto della sua prova: "Ho disputato una buona gara, facendo un bel salvataggio in mezzo. La pista è bellissima, e soprattutto, lunga". 

    Tra le donne altro successo per Jacqueline Gerlach, già certa della coppa di cristallo, che chiude in testa la seconda manche col tempo di 1'24"97 mettendosi alle spalle la ceca Adela Kettnerova e la slovacca Nikola Fricova. Quinto posto per Antonella Manzoni, staccata dalla vetta di 7"58: un risultato comunque positivo, che le permette di consolidare il secondo posto solitario in classifica generale, allontanando Alena Vesela. Chiara e Federica Milesi conquistano rispettivamente la settima e ottava posizione mentre non arrivano al traguardo Monica Ferrighetto e Margherita Mazzoncini.

    Il programma prosegue sabato con il gigante: la prima manche avrà inizio alle 10,15, la seconda vedrà lo start alle 14,15. La tappa si concluderà domenica con il supergigante: appuntamento per le 10,45. Sarà possibile seguire le gare in streaming sul sito Fisi.org cliccando sul seguente link: https://livestream.com/accounts/99928/events/8806502

    Ordine d'arrivo SL maschile Schilpario (Ita):
    1. Mirko Hueppi SUI 1:20.67
    2. Stefan Portmann SUI +00.51
    3. Adam Masar SVK +00.53
    4. Edoardo Frau ITA +00.67
    5. Martin Bartak CZE +00.83
    6. Pietro Guerini ITA +00.87
    7. Filippo Zamboni ITA +02.15
    8. Filip Machu CZE +02.47

    10. Mattia Arrigoni ITA +04.30
    15. Marco Combi ITA +06.57
    16. Nicolo Libardoni ITA +06.70
    18. Alberto Bleynat ITA +07.45
    19. Alessandro Martinelli ITA +08.76

    Nicolo Schiavetti ITA ritirato nella prima manche

    Davide Nieddu ITA ritirato nella prima manche


    Ordine d'arrivo SL femminile Schilpario (Ita):
    1. Jacqueline Gerlach AUT 1:24.97
    2. Adela Kettnerova CZE +01.72
    3. Nikola Fricova SVK +03.93
    4. Daniela Krueckel AUT +04.78
    5. Antonella Manzoni ITA +07.58
    6. Petra Mlejnkova CZE +10.44
    7. Federica Milesi ITA +21.38
    8. Chiara Milesi ITA +24.13
    9. Vanesa Drahovska SVK +38.38

    Monica Ferrighetto ITA ritirata nella prima manche
    Margherita Mazzoncini ITA ritirata nella prima manche
  4. La prima giornata delle finali di Coppa del mondo di sci d'erba di scena a Schilpario (Ita), non è positiva per l'azzurro Edoardo Frau. Il detentore della Coppa di cristallo, a caccia del suo settimo titolo, ha inforcato nella manche di slalom valevole per la supercombinata vinta proprio dal suo principale avversario, Martin Barak, che ha così allungato in classifica generale sul valdostano. Bene l'altro azzurro Lorenzo Gritti, classificatosi quarto, con un recupero di quattro posizioni al pomeriggio, tre posti meglio di Pietro Guerini, settimo al traguardo. Buona prova anche per Filippo Zamboni, nono.

    Tra le donne risultato positivo per Alessandra Manzoni che è arrivata terza al traguardo con 3"38 di ritardo dalla prima classificata Jacqueline Gerlach, collezionando così il settimo podio stagionale. Grazie alla gara odierna, la lecchese si è staccata in classifica da Alena Vesela (nona) portandosi al secondo posto in classifica generale in solitaria. Buone anche le prove di Federica e Chiara Milesi, arrivate rispettivamente al settimo e all'ottavo posto. Squalificata invece Margherita Mazzoncini.

    Il programma prosegue venerdì con due manche di slalom rispettivamente alle ore 10,15 e 14,15. Sabato ci sarà invece spazio per il gigante: la prima manche avrà inizio alle 10,15, la seconda vedrà lo start alle 14,15. La tappa si concluderà domenica con il supergigante: appuntamento per le 10,45. Sarà possibile seguire le gare in streaming sul sito Fisi.org cliccando sul seguente link: https://livestream.com/accounts/99928/events/8806502 

    Ordine d'arrivo SC maschile Schilpario (Ita)
    1. Martin Bartak CZE 1:20.94
    2. Stefan Portmann SUI +00.40
    3. Marcell Knapp GER +00.44
    4. Lorenzo Gritti ITA +00.98
    5. Mirko Hueppi SUI +01.13
    6. Philipp Gschwandtner AUT 01.38
    7. Pietro Guerini ITA +01.43
    8. Jan Borak CZE +01.83
    9. Filippo Zamboni +02.39

    14. Mattia Arrigoni ITA +03.47
    20. Marco Combi ITA +5.76
    22. Nicolo Libardoni ITA +6.16
    23. Alberto Bleynat ITA +6.95
    24. Alessandro Martinelli ITA +8.07
    26. Davide Nieddu ITA +12.85

    Edoardo Frau ITA SQ
    Nicolo Schiavetti ITA SQ

    Ordine d'arrivo SC femminile Schilpario (Ita): 
    1. Jacqueline Gerlach AUT 1:25.31
    2. Nikola Fricova SVK +03.38
    3. Antonella Manzoni ITA +04.10
    4. Petra Mlejnkova CZE +05.34
    5. Ingrid Hirschhofer AUT +05.95
    6. Vanesa Drahovska SVK +08.17
    7. Federica Milesi ITA +19.21
    8. Chiara Milesi ITA +25.34
    9. Alena Vesela CZE +26.85

    Margherita Mazzoncini ITA SQ
  5. Si prospettano quattro giorni di gara caldissimi a Schilpario (Ita), dove andrà in scena la finale della Coppa del mondo di sci d'erba. Grande protagonista sarà sicuramente Edoardo Frau, che è reduce dall'ottima prova di Dizin dove è riuscito a rosicchiare altri punti a Martin Bartak, in testa nella classifica generale con 840 lunghezze. Adesso la distanza è di 'appena' 70 punti: l'azzurro dovrà offrire delle grandi prestazioni per cercare si scalvare il ceco e aggiudicarsi quindi la coppa. Buone chances di podio anche per l'altro azzurro Lorenzo Gritti che, con 335 punti, ha un buon vantaggio sul diretto inseguitore Stefan Portmann. Filippo Zamboni, attualmente nono, cercherà di chiudere nella top ten. Il duello tra Frau e Bartak si ripeterà anche in supergigante, dove sono previste due gare: Bartak può gestire un margine di 40 lunghezze sull'atleta nato ad Asiago, favorito invece nella supercombinata grazie ai 200 punti totalizzati fino a questo punto (il ceco è fermo a quota 130). Già certo della coppa di slalom Lorenzo Gritti: il bergamasco ha ben 300 punti, quasi il doppio di Frau che deve difendere la posizione dall'assalto dello svizzero Mirko Hueppi. Nel gigante successo assicurato per Bartak: sarà un duello all'ultimo respiro quello tra Frau e Portmann, ora appaiati al secondo posto: entrambi vogliono evitare il gradino più basso del podio.

    Tra le donne, la grande attesa è tutta per Antonella Manzoni che cercherà di concludere subito dietro Jacqueline Gerlach nella classifica generale. L'austriaca ha già archiviato la vittoria grazie agli oltri mille punti accumulati nelle altre tappe mentre la lecchese, a quota 620, se la giocherà con Alena Vesela, con la quale condivide la seconda posizione. Tra le azzurre molto positiva anche la stagione di Margherita Mazzoncini, che vorrà conservare un buon sesto posto. Nelle classifiche delle altre specialità, spicca ancora Manzoni, sempre sul podio provvisorio ad eccezione dello slalom, che la vede quarta a 20 punti di distanza dalla Vesela. Ottimi i terzi posti momentanei in supergigante e supercombinata (rispettivamente con 55 e 45 lunghezze sulle inseguitrici), va ancora meglio nel gigante, dove la 39enne di Parlasco è addirittura seconda a quota 250 punti. Il suo obiettivo, visto il grande dominio della Gerlach, è di mantenere questi prestigiosi posti che vorrebbero dire podio.

    Sarà possibile vivere tutte le emozioni delle finali di Cdm a Schilpario sul sito www.fisi.org: cliccando sul seguente link (https://livestream.com/accounts/99928/events/8806502) si potranno seguire tutte le gare in diretta streaming.
  6. Sarà Schilpario (Ita) ad ospitare la finale della Coppa del mondo di sci d'erba. Le gare, che si svolgeranno dall'11 al 15 settembre, si preannunciano avvincenti specialmente nella categoria maschile dove l'azzurro Frau è particolarmente vicino in classifica generale al ceco Martin Bartak: a separarli ci sono 'solo' 70 punti. Per le sfide in terra italiana, il direttore tecnico Fausto Cerentin ha convocato 17 effettivi: Mattia Arrigoni, Lorenzo Gritti, Daniele Buio, Alessandro Martinelli, Federica Milesi, Antonella Manzoni, Filippo Zamboni, Pietro Guerini, Marco Combi, Nicolò Schiavetti, Monica Ferrighetto, Margherita Mazzoncini, Edoardo Frau, Alberto Bleynat, Fabrizio Rottigni, Nicolò Libardoni e Federica Milesi. Insieme agli atleti ci saranno i tecnici Faustro Cerentin, Roberto Parisi, Gualtiero Guenza e Mauro Martini.

    Le gare a Schilpario avranno inizio giovedì 12 settembre, quando è previsto prima un supergigante alle ore 10,45 e poi uno slalom con partenza fissata alle 14,45. Nella giornata di venerdì sono programmate due manche di slalom rispettivamente alle ore 10,15 e 14,15. Sabato ci sarà invece spazio per il gigante: la prima manche avrà inizio alle 10,15, la seconda vedrà lo start alle 14,15. La tappa si concluderà domenica con il supergigante: appuntamento per le 10,45. Sarà possibile seguire le gare in streaming sul sito Fisi.org cliccando sul seguente link: https://livestream.com/accounts/99928/events/8806502.
  7. Fantastico duello a suon di centesimi fra Lorenzo Gritti e Edoardo Frau nello slalom di chiusura della tappa di Coppa del mondo sulla pista iraniana di Dizin. Alla fine ad imporsi è stato il bergamasco a spese del valdostano di origine veneta per un solo centesimi, che gli consente di cogliere il dodicesimo trionfo in carriera ma soprattutto di assicurarsi per il terzo anno di fila la coppa di specialità. L'ottimo risultato odierno riapre anche la corsa alla sfera di cristallo: il ceco Martin Bartak, terzo al traguardo, resiste al comando con 840 punti, tuttavia Frau rosicchia terreno e si porta a 790 punti, mentre Gritti consolida la terza posizione con 512 punti. La graduatoria di giornata vede anche il quinto posto di Nicolò schiavetti, mentre Filippo Zamboni si è ritirato.  

    Nello slalom femminile vittoria e Coppa del mondo per Jacqueline Gerlach. L'austriaca si è imposta con il tempo di 50"96 e, grazie al contemporaneo terzo posto di Alena Vesela e al quarto di Antonella Manzoni, è diventata irraggiungibile in vetta alla classifica generale, nella quale raggiunge quota 1060 punti, mentre al secondo posto risultano appaiate Manzoni e Vesela con 620. La classifica di giornata ha registrato il secondo posto di Nikola Fricova, staccata di 1"44. Alla fine della stagione mancano solamente le finali di Schilpario al via da giovedì 12 fino a domenica 15 settembre, dove si disputeranno due supergiganti maschili (uno solo per le donne), le supercombinate, i giganti e gli slalom.  

    Ordine d'arrivo SL maschile Dizin (Irn):
    1. Lorenzo Gritti (Ita) 47"33
    2. Edoardo Frau (Ita) +0"01
    3. Martin Bartak (Cze) +0"40
    4. Mahdi Sologhani (Irn) +1"11
    5. Nicolò Schiavetti (Ita) +2"32
    6. Rahmatollah Moghdid (Irn) +2"70
    7. Filip Machu (Cze) +2"88

    Filippo Zamboni (Ita) ritirato

    Ordine d'arrivo SL femminile Dizin (Irn):
    1. Jacqueline Gerlach (Aut) 50"96
    2. Nikola Fricova (Svk) +1"44
    3. Alena Vesela (Cze) +2"26
    4. Antonella Manzoni (Ita) +2"65
  8. Edoardo Frau ancora grande protagonista sulla pista iraniana di Dizin, dove rilancia fortemente le proprie ambizioni per il primo posto nella classifica generale. L'alpino originario del Veneto che vive da molti anni in Val d'Aosta ha conquistato un secondo e un primo posto nel doppio appuntamento odierno, che prevedeva un supergigante e successivamente una manche di slalom, valida per la supercombinata. Nella gara del mattino è stato battuto solamente dal leader della sfera di cristallo Martin Bartak, mentre al pomeriggio si è imposto da consumato campione davanti ai due padroni di casa Seyed Morteza Jafari e Mahdi Sologhani, con il ceco solamente al quarto posto. Edoardo festeggia così il trionfo numero 49 della carriera, ma soprattutto riaccende imperiosamente la sfida per il primo posto della generale, con Bartak salito a 780 punti, contro i 690 di Frau. Tutto verrà rinviato a questo punto alle finali di Schilpario al via da giovedì 12 fino a domenica 15 settembre, dove si disputeranno due supergiganti maschili (uno solo per le donne), le supercombinate, i giganti e gli slalom. Le graduatorie di giornata vedono anche Lorenzo gritti cogliere un quinto e sesto posto che gli valgono la terza piazza nella generale con 412 punti, mentre Filippo Zamboni è finito nono e settimo e Nicolò Schiavetti quinto e ottavo.

    Buone notizie arrivano anche dalle prove femminili dominate dall'austriaca Jacqueline Gerlach: Antonella Manzoni si è confermata donna da podio con un secondo posto in supergigante e un terzo in supercombinata, e mantiene la seconda posizione nella classifica generale con 570, anche se lontana da Gerlach ormai vicina al traguardo con 960 punti, mentre Vesela è terza con 560.

    Ordine d'arrivo SG maschile Dizin (Irn):
    1. Martin Bartak (Cze) 29"14
    2. Edoardo Frau (Ita) +0"10
    3. Seyed Morteza Jafari (Irn) +0"40
    4. Mahdi Sologhani (Irn) +0"61
    5. Nicolò Schiavetti (Ita) +0"70
    6. Lorenzo Gritti (Ita) +0"76
    7. Philipp Gschwandtner (Aut) +0"79
    8. Hossein Kalhor (Irn) +0"95
    9. Filippo Zamboni (Ita) +1"18
    10. Filip Machu (Cze) +1"19

    Ordine d'arrivo SC maschile Dizin (Irn):
    1. Edoardo Frau (Ita) 53"96
    2. Seyed Morteza Jafari (Irn) +0"19
    3. Mahdi Sologhani (Irn) +0"34
    4. Martin Bartak (Cze) +0"49
    5. Lorenzo Gritti (Ita) +0"80
    6. Hossein Kalhor (Irn) +1"63
    7. Filippo Zamboni (Ita) +1"83
    8. Nicolò Schiavetti (Ita) +1"96
    9. Philipp Gschwandtner (Aut) +2"21
    10. Sebastian Posch (Aut) +4"87

    Ordine d'arrivo SG femminile Dizin (Irn):
    1. Jacqueline Gerlach (Aut) 31"12
    2. Adela Kettnerova (Cze) +0"74
    2. Antonella Manzoni (Ita) +0"74
    4. Alena Vesela (Cze) +1"14
    5. Sarka Abrahamova (Cze) +1"88
    6. Nikola Fricova (Svk) +2"06

    Ordine d'arrivo SC femminile Dizin (Irn):
    1. Jacqueline Gerlach (Aut) 57"98
    2. Alena Vesela (Cze) +1"72
    3. Antonella Manzoni (Ita) +2"15
    4. Nikola Fricova (Svk) +3"23
    5. Samir Davari (Irn) +6"02
    6. Mahsa Yarkhah (Irn) +13"62
  9. Due podi azzurri nei giganti di Coppa del mondo sulla pista di Dizin che hanno aperto la tre giorni di compeitizioni sulla pista iraniana. La gara maschile ha registrato il successo del ceco Martin Bartak con il tempo di 1'03"67, con il quale si è messo alle spalle il padrone di casa Seyed Jafari, staccato di 35 centesimi, ter posizione per Edoardo Frau a 79 centesimi, che ha relegato al quarto posto Lorenzo Gritti, gunto a 93 centesimi dal vincitore. Settima piazza a 2"48 per Filippo Zamboni, il terzo azzurro presente, ritirato nella seconda manche Nicolò Schiavetti. La classifica generale di coppa vede Bartak consolidare la prima posizione con 630 punti, Frau lo insegue con 510, terzo è Stefan Portmann con 335 e Gritti quarto con 327.

    In campo femminile buona difesa di Antonella Manzoni, terza alle spalle di Jacqueline Gerlach e Alena Vesela, con un distacco di 2"82 dalla regina di giornata. In graduatoria generale Gerlach sale a 760 punti, alle sue spalle Vesel con 430 e Manzoni con 430. femminile  Lunedì 26 agosto il programma prevede la disputa del supergigante e della supercombinata, che si sono invertiti con lo slalom, posticipato a martedì.

    Ordine d'arrivo GS maschile Dizin (Irn):
    1 BARTAK Martin 1999 CZE 1:03.67
    2 JAFARI Seyed Morteza 1992 IRI +0.35
    3 FRAU Edoardo 1980 ITA +0.79
    4 GRITTI Lorenzo Dante Marco 1985 ITA +0.93
    5 GSCHWANDTNER Philipp 1989 AUT +1.39
    6 KALHOR Hossein 1984 IRI +1.45
    7 ZAMBONI Filippo 2001 ITA +2.48
    8 MOGHDID Rahmatollah 1977 IRI +2.98
    9 ACHU Filip 2000 CZE +3.02
    10 MACAT Vaclav 1999 CZE +3.32

    Ordine d'arrivo GS femminile Dizin (Irn):
    1 GERLACH Jacqueline 1991 AUT 1:09.20
    2  VESELA Alena 2002 CZE +1.84
    3 MANZONI Antonella 1980 ITA +2.82
    4  DAVARI Samin 1991 IRI +4.23
    5 FRICOVA Nikola 2001 SVK +11.99
    6 MESHKATI Samaneh 1997 IRI +16.57
    7 ABOLHASANZADEH AMAGHANI Faezeh 2002 IRI +1:34.77
  10. Doppia vittoria di Antonella Manzoni nel superG e nella supercombinata di Dizin, in Iran, entrambe valide per la Junior Cup. La Manzoni si è imposta nel superG per 27 centesimi di secondo sulla ceca Adela Kettnerova e per 1"29 sull'altra ceca Sarka Abrahamova. Nella supercombi, il vantaggio della Manzoni è diventato abissale: ben 1"23 sulla Abrahamova e 1"75, sulla slovacca Nikola Fricova.


    In campo maschile, buoni i podi di Edoardo Frau e Filippo Zamboni nel superG, entrambi classificati alle spalle dell'iraniano Seyed Jafari, oggi padrone assoluto delle due gare. Buono anche il quarto posto di Nicolò Schiavetti, mentre è ottavo Lorenzo Gritti. Nella supercombi, tripletta iraniana con Jafari, davanti a Sologhani e Kalhor. Al quarto posto si piazza Frau, davanti a Zamboni. Gritti è settimo e Schiavetti ottavo. Da domenica 25 agosto si disputeranno le gare valevoli per la Coppa del mondo, a partire dal gigante.

    Ordine d'arrivo SG femminile CdM Dizin (Iri):
    1. Antonella Manzoni ITA 32.08
    2. Adela Kettnerova CZE +0"27
    3. Sarka Abrahamova CZE +1"29
    4. Alena Vesela CZE +1"54
    5. Samin Davari IRI +1"63
    5. Nikola Fricova SVK +1"63

    Ordine d'arrivo SG maschile CdM Dizin (Iri):
    1. Seyed Morteza Jafari IRI 29.68
    2. Edoardo Frau ITA +0"39
    3. Filippo Zamboni ITA +0"42
    4. Nicolò Schivetti ITA +0"47
    5. Hossein Kalhor IRI +0"59

    8. Lorenzo Gritti ITA +0"94

    Ordine d'arrivo SC femminile CdM Dizin (Iri):
    1. Antonella Manzoni ITA 59.73
    2. Sarka Abrahamova CZE +1"23
    3. Nikola Fricova SVK +1"75
    4. Samin Davari IRI +2"59
    5. Mahsa Yarkhah IRI +9"37

    Ordine d'arrivo SC maschile CdM Dizin (Iri):
    1. Seyed Morteza Jafari IRI 52.58
    2. Mahdi Sologhani IRI +1"23
    3. Hossein Kalhor IRI +1"37
    4. Edoardo Frau ITA +1"52
    5. Filippo Zamboni ITA +1"66

    7. Lorenzo Gritti ITA +2"19
    8. Nicolò Schiavetti ITA +2"21

  11. Archiviata la positiva trasferta iridata di Marbach che ha regalato all'Italia quattro medaglie (due ori e due bronzi), il circuito di Coppa del mondo è pronto a ripartire con il penultimo appuntamento stagionale che prevede la lunga trasferta iraniana di Dizin. In programma da giovedì 22 a sabato 24 agosto ci sono quattro gare Fis (gigante, slalom, supergigante e supercombinata) valevoli per la Junior Cup alle quali prenderanno parte Filippo Zamboni e Nicolò Schiavetti, rispettivamente secondo e quarto nella graduatoria di categoria con 551 e 471 punti, dietro al leader incontrastato Martin Bartak con 1040 e divisi dall'altro ceco Filip Machu, terzo con 514 punti.

    Da domenica 25 fino a martedì 27 agosto sarà invece la volta della Coppa del Mondo con gigante, slalom, supergigante  e supercombinata con Edoardo Frau (secondo nella generale con 450 punti contro i 530 di Bartak), Lorenzo Gritti (leader nella classifica di slalom con 200 punti) e Antonella Manzoni (terza nella generale femminile con 370 punti dietro a Jacqueline Gerlach con 660 e Adela Kettnerova con 386).

    "Arrivo a questo appuntamento con la serenità e la soddisfazione di un Mondiale che mi ha dato tanto  - ha dichiarato Frau a proposito dei due ori e un bronzo conquistati in Austria -. Del resto avevo preparato la stagione soprattutto per quelle gare e sono riuscito a ottenere il massimo, sto affrontando questa fase della mia carriera come una sfida con me stesso e non guardo gli avversari, solo così ottengo gli stimoli per andare avanti".
  12. E' il Mondiale di Edoardo Frau, il 38enne dell'Esercito chiude la rassegna iridata di Marbachegg conquistando il secondo oro e la terza medaglia personale, in quella che diventa l'edizione maggiormente vincente della sua lunga carriera. Sono 18, in totale, le medaglie dell'azzurro ai Mondiali.
    Dopo l'oro nella supercombi e il bronzo nel gigante, ecco l'oro anche nel superG, specialità nella quale Frau ha messo in riga tutti gli avversari senza discussione.
    Il suo tempo di 27"92 è nettamente il migliore e lascia solo l'argento allo svizzero Mirko Hueppi e il bronzo all'austriaco Hannes Angerer, ieri squalificato nello slalom.
    Ancora una  buona gara per Pietro Guerini, che chiude al quinto posto con 52 centesimi di ritardo dal suo capitano e se ne va dalla svizzera con il bronzo inatteso dello slalom.
    All'ottavo posto chiude Lorenzo Gritti, che invece ha forse qualcosa di cui rammaricarsi proprio per aver fallito la gara tra i rapid gates.

    Fra le donne arriva il quarto oro e l'en plein per la giapponese Cbhisaki Maeda, prima con il tempo di 30"84, davanti alla ceca Adela Kettnerova, a 58 centesimi, e alla compagna Marino Maeda, a 68. Migliore azzurra è Margherita Mazzoncini con l'ottavo posto, davanti ad Antonella Manzoni.

    Per l'Italia il Mondiale si chiude quindi con quattro medaglie, due d'oro e due di bronzo. Un buon bottino per il dt Fausto Cerentin e la certezza di avere in casa una stella di assoluto livello internazionale come Frau.

    Ordine d'arrivo SG maschile Mondiali Marbachegg (Sui):
    1. Edoardo Frau ITA 27"92
    2. Mirko Hueppi SUI +0"36
    3. Hannes Angerer AUT +0"37
    4. Stefan Portmann SUI +0"48
    5. Pietro Guerini ITA +0"52
    6. Martin Bartak CZE +0"58
    7. Seyed Jafari IRI +0"59
    8. Lorenzo Gritti ITA +0"64
    9. Philipp Gschwandtner AUT +0"92
    10. Domenic Senn SUI +1"02

    16. Fabrizio Rottigni ITA +1"72
    17. Filippo Zamboni ITA +1"73
    18. Daniele Buio ITA +2"03
    22. Nicholas Anziutti ITA +2"63
    24. Alberto Bleynat ITA +2"76

    Ordine d'arrivo SG femminile Mondiali Marbachegg (Sui):
    1. Chisaki Maeda JPN 30"84
    2. Adela Kettnerova CZE +0"58
    3. Marino Maeda JPN +0"68
    4. Jacqueline Gerlach AUT +0"82
    5. Daniela Krueckel AUT +1"33
    6. Alena Vesela CZE +1"66
    7. Sarka Abrahamova CZE +1"79
    8. Margherita Mazzoncini ITA +1"85
    9. Antonella Manzoni ITA +2"04
  13. Medaglia di bronzo a sorpresa per Pietro Guerini nello slalom maschile dei Mondiali Marbachegg. Guerini, 36 anni, del Gruppo Alpinistico Vertovese, approfitta delle squalifiche del compagno di squadra Lorenzo Gritti e del leader della classifica Hannes Angerer per andare a prendersi quel bronzo che per tutta la carriera aveva solo immaginato. Per Guerini si tratta infatti della prima medaglia in carriera. La giornata era cominciata bene, con il secondo posto parziale di Lorenzo Gritti, specialista dei rapid gates, che lasciava ben sperare per la seconda. Ma Gritti è stato squalificato e a prenderne il posto è stato Guerini, quinto a metà gara. L'oro è andato a Mirko Hueppi e l'argento a Stefan Portmann, entrambi svizzeri.
    Tra il settimo e il 10/o posto si sono piazzati quattro azzurri: Filippo Zamboni, Nicolò Schiavetti, Daniele Buio e Fabrizio Rottigni, mentre è 14/o Alberto Bleynat. Edoardo Frau era uscito nella prima manche.

    In campo femminile solo quattro atlete hanno completato la gara, ed è arrivato il terzo oro per la fortissima giapponese Chisaki Maeda, che ha preceduto la compagna di squadra Minori Tamura e l'austriaca Daniela Krueckel. Al quarto posto l'azzurra Federica Milesi, anche se molto distanziata.

    Domenica, la giornata conclusiva del Mondiale. Di scena i superG con partenza alle 11.30

    Ordine d'arrivo SL maschile Mondiali Marbachegg (Sui):
    1. Mirko Hueppi SUI 46"05
    2. Stefan Portmann SUI +0"32
    3. Pietro Guerini ITA +0"72
    4. Mahdi Sologhani IRI +0"89
    5. Martin Bartak CZE +1"13
    6. Marcel Knapp GER +1"20
    7. Filippo Zamboni ITA +1"22
    8. Nicolò Schiavetti ITA +2"60
    9. Daniele Buio ITA +2"76
    10. Fabrizio Rottigni ITA +2"92

    14. Alberto Bleynat ITA +5"53

    Lorenzo Gritti ITA DSQ 2 manche
    Edoardo Frau DNF 1 manche

    Ordine d'arrivo SL femminile Mondiali Marbachegg (Sui):
    1. Chisaki Maeda JPN 49"11
    2. Minori Tamura JPN +0"89
    3. Daniela Krueckel AUT +2"60
    4. Federica Milesi ITA +14"76
  14. Ancora lui, Edoardo Frau. Nella seconda gara del Mondiale strappa un bronzo nel gigante e porta a 17 il bottino personale di medaglie iridate in carriera. Dopo lo splendido oro nella supercombinata, Frau riesce ad infilarsi alle spalle dei migliori anche nel gigante. La classifica non cambia nella seconda manche, che assegna l'oro allo svizzero Stefan Portmann, l'argento al ceco Martin Bartak, staccato di 1"14 e il bronzo a Frau, a 1"22 dal leader. Bene anche Pietro Guarini, quarto a 1"50 dal migliore. Tanti azzurri riempono la classifica: Daniele Buio è ottavo, Fabrizio Rottigni è nono, Nicholas Anziutti è decimo e Nicolò Schiavetti è undicesimo. Fuori nella prima manche Lorenzo Gritti.

    Fra le donne secondo oro per la giapponese Chisaki Maeda con il tempo di 1'03"20, che ancora una volta precede l'austriaca Jacqueline Gerlach per 1"14 e la compagna di squadra Yukiyo Shintani a 1"92. Nessuna italiana si è classificata a fine gara.

    Venerdì giornata di riposo, mentre sabato sono programmati gli slalom, dove l'Italia attemde il riscatto di Gritti.

    Ordine d'arrivo gigante maschile Mondiali Marbachegg (Sui):
    1. Stefan Portmann SUI 58"67
    2. Martin Bartak CZE +1"14
    3. Edoardo Frau ITA +1"22
    4. Pietro Guerini ITA +1"50
    5. Mirko Hueppi SUI +1"88
    6. Domenic Senn SUI +3"01
    7. Filip Marchu CZE +3"26
    8. Daniele Buio ITA +3"74
    9. Fabrizio Rottigni ITA +3"90
    10. Nicholas Anziutti ITA +4"08
    11. Nicolò Schiavetti ITA +4"17

    Ordine d'arrivo gigante femminile MOndiali Marbachegg (Sui):
    1. Chisaki Maeda JPN 1'03"20
    2. Jacqueline Gerlach AUT +0"88
    3. Yukiyo Shintani JPN +1"92
    4. Marino Maeda JPN +1"98
    5. Daniela Krueckel AUT +2"20
  15. Colpo da maestro per l'azzurro Edoardo Frau, medaglia d'oro nella supercombinata d'apertura dei Mondiali di Marbachegg, in Svizzera. Frau, leader della squadra azzurra, 39 anni, tesserato per l'Esercito, conquista così la sedicesima medaglia iridata della sua lunga carriera e il terzo titolo assoluto, nella terza disciplina: il primo oro fu nel superG di Dizin nel 2005, seguito dal metallo più prezioso conquistato in gigante a Goldingen nel 2011. Ora, arriva il trionfo nella supercombinata.
    Frau era partito bene sin dal mattino imponendosi nel superG, anche se solo per 4 centesimi su Senn e per 5 su Posch. Ma il meglio lo ha saputo tirare fuori fra i rapid gates, non proprio la sua specialità d'elezione. Ha confermato la leadership e ha lasciato solo l'argento all'austriaco Sascha Posch e il bronzo all'altro biancorosso Hannes Angerer, rispettivamente distanziati di 12 e 34 centesimi dal vincitore.
    Merita una menzione la gara di Lorenzo Gritti, risalito nello slalom fino al sesto posto finale, così come è buono il nono posto per Pietro Guerini. Bene anche gli altri azzurri, in recupero di molte posizioni nella seconda run.
    Ma la palma del migliore va a Frau che, dopo sei Coppe del mondo assolute e un numero infinito di successi ha ancora in corpo tanta voglia di vincere.

    E' dominio giapponese nella gara femminile con l'oro che va a Chisaki Maeda, nettamente prima al termine dello slalom con il tempo totale di 56"01. L'argento va all'austriaca Jacqueline Gerlach, staccata di 57 centesimi dalla vincitrice, unica ad infilarsi all'interno del terzetto nipponico. Bronzo per Marino Maeda, staccata però di 2"38 dalla compagna di squadra. La migliore delle azzurre è la veterana Antonella Manzoni, quinta, in rimonta di due posizioni fra i rapid gates. Buon ottavo posto per Federica Milesi, capace di risalire ben sei posizioni nello slalom. Un vero peccato per Margherita Mazzoncini, 22 anni, di Sospirolo (Bl), tesserata per lo sci club Limana. La veneta era al comando al termine del superG, ma è stata poi squalificata dalla giuria.

    Ora il Mondiale prosegue con i giganti in programma per giovedì 15 agosto e chissà che non ci siano ulteriori buone notizie.

    Ordine d'arrivo SC maschile Mondiali di Marbachegg (Sui):
    1 FRAU Edoardo ITA 53.23
    2 POSCH Sascha AUT +0"12
    3 ANGERER Hannes AUT +0"34
    4 HUEPPI Mirko SUI +0"57
    5 PORTMANN Stefan SUI +0"69
    6 GRITTI Lorenzo Dante Marco ITA +0"79
    7 SENN Domenic SUI +0"89
    8 JAFARI Seyed Morteza IRI +1"31
    9 GUERINI Pietro ITA +1"37
    10 SAIKI Tatsushito JPN +1"74

    13 ZAMBONI Filippo ITA +1"99
    14 ANZIUTTI Nicholas ITA + 2"70
    15 BUIO Daniele ITA +2"77
    18 SCHIAVETTI Nicolo ITA +2"94
    22 BLEYNAT Alberto ITA +5"37

    Ordine d'arrivo SC femminile Mondiali sci d'erba Marbachegg (Sui):
    1 MAEDA Chisaki JPN 56.01
    2 GERLACH Jacqueline AUT +0.57
    3 MAEDA Marino JPN +2.38
    4 SHINTANI Yukiyo JPN +2.42
    5 MANZONI Antonella ITA +3.14
    6 FRICOVA Nikola SVK +3.50
    7 DRAHOVSKA Vanesa SVK +6.73
    8 MILESI Federica ITA +8.26
    9 DAVARI Samin IRI +8.60

    Ordine d'arrivo SG della SC maschile Mondiali di Marbachegg (Sui):
    1 FRAU Edoardo ITA 29.16
    2 SENN Domenic SUI +0.04
    3 POSCH Sascha AUT +0.05
    4 PORTMANN Stefan SUI +0.12
    5 HUEPPI Mirko SUI +0.16
    6 ANGERER Hannes AUT +0.20
    7 JAFARI Seyed Morteza IRI +0.52
    8 GUERINI Pietro ITA +0.74
    9 GRITTI Lorenzo Dante Marco ITA +0.81
    10 GSCHWANDTNER Philipp AUT +0.82

    14 FACCHIN Jacopo ITA +1.12
    15 SCHIAVETTI Nicolo ITA +1.16
    16 SAVIANE Davide ITA +1.22
    21 ROTTIGNI Fabrizio ITA +1.47
    23 ANZIUTTI Nicholas ITA +1.60
    24 ZAMBONI Filippo ITA +1.62
    27 BUIO Daniele ITA +1.82
    29 BLEYNAT Alberto ITA +2.55
  16. Sfuma per squalifica la terza medaglia dell'Italia nei Mondiali juniores di sci d'erba che si sono conclusi sulla pista ceca di Stitna Nad Vlari. Filippo Zamboni, che si era classificato al terzo posto, è stato estrmesso dall'ordine d'arrivo per una millimetrica inforcata, favorendo in questo modo un altro podio a complete tinte della squadra di casa, che piazza al primo posto Jan Borak in 55"58 davanti a Martin Bartak e Filip Machu, staccati rispettivamente di 19 centesimi e 1"19. Il migliore italiano di giornata è risultato così il lecchese Nicolò Schivaetti, quinto a 2"40, appena davanti a Daniele Buio, mentre Davide Saviane è finito decimo, Nicolò Libardoni quattordicesimo, Alessandro Martinelli diciassettesimo e Davide Nieddu ventesimo. Ancora un trionfo per la squadra giapponese nella prova femminile, dove Chisaki Maeda ha preceduto la sorella Marino di 2"51, bronzo alla slovacca Nikola Fricova. Buoni piazzamenti per le sorelle bergamasche Melesi: Federica è quinta e Chiara sesta, fuori Monica Ferrighetto. Il bilancio conclusivo della squadra diretta da Fausto Cerentin è dunque di un argento con Davide Saviane e un bronzo con Filippo Zamboni, ottenuti entrambi nel supergigante.  

    Ordine d'arrivo SL maschile Mondiali juniores Stitna Nad Vlari (Cze):
    1 BORAK Jan 2001 CZE 55.58
    2 BARTAK Martin 1999 CZE +0.19
    3 MACHU Filip 2000 CZE +1.19
    4 MASAR Adam 2000 SVK +2.09
    5 SCHIAVETTI Nicolo 2001 ITA +2.40
    6 BUIO Daniele 2000 ITA +2.44
    7 ARAI Genki 1999 JPN +2.48
    8 SAVIANE Davide 1998 ITA +3.17
    9 SEVCIK Jakub 1999 CZE +3.23
    10 ZUBERBUEHLER Ralph 2002 SUI +3.73

    14 LIBARDONI Nicolo 2002 ITA +4.76
    17 MARTINELLI Alessandro 2002 ITA +6.50
    20 NIEDDU Davide 2001 ITA +9.16

    COMBI Marco 2000 ITA ritirato
    ZAMBONI Filippo 2001 ITA squalificato
    BINELLI Andrea 2002 ITA ritirato

    Ordine d'arrivo SL femminile Mondiali juniores Stitna Nad Vlari (Cze):
    1 MAEDA Chisaki 1998 JPN 58.08
    2 MAEDA Marino 2000 JPN +2.51
    3 FRICOVA Nikola 2001 SVK +2.87
    4 DRAHOVSKA Vanesa 2003 SVK +7.63
    5 MILESI Federica 2002 ITA +9.45
    6 MILESI Chiara 1998 ITA +17.29
    7 BILA Martina 2002 CZE +28.92

    FERRIGHETTO Monica 1999 ITA ritirata
  17. Dura solo una manche il sogno di Davide Saviane di aggiudicarsi la medaglia d'oro nella supercombinata maschile dei Campionati Mondiali juniores in corso di svolgimento a Stitna Nad Vari (Cze). Il veneto, portacolori dello Sci Club Tambre, aveva realizzato il migliro tempo nel supergigante del mattino, purtroppo ha vanificato la sua gara nella manche di slalom pomeridiana, dove ha commesso un grave errore che gli ha fatto perdere prezioso tempo, fino a retrocederlo all'ottavo posto, dietro anche a Daniele Buio (sesto) e Filippo Zamboni (settimo), mentre il podio è tutto a tinte di casa, con tre atleti cechi ai primi tre posti. Sorprendentemente non ha vinto Martin Bartak (due ori nei giorni precedenti), costretto per una volta ad accontentarsi del bronzo alle spalle dei connazionali Filip Machu (tempo complessivo di 57"58) e Jan Borak, argento per soli 8 centesimi. Fuori dai dieci Nicolò Libardoni, Alessandro Martinelli e Davide Nieddu, ritirati Marco Combi, Nicolò Schiavetti e Andrea Binelli.

    In campo femminile, vittoria della giapponese Maeda Chisaki che, con un tempo finale di 59"47, ha staccato di 3" la slovacca Nikola Fricova, facendola scivolare sul secondo gradino del podio, terza l'austriaca Lisa Giacobini. La bergamasca Federica Milesi è risultata l'unica azzurra classificata al sesto posto, ritirate anzitempo Chiara Milesi e Monica Ferrighetto. Sabato 3 agosto ultima competizione del programma iridato con la disputa degli slalom a partire dalle ore 10.30 e 14.00.

    Ordine d'arrivo SC femminile Mondiali juniores Stitna Nad Vari (Cze):
    1. Chisaki Maeda (Gia) 59"47
    2. Nikola Fricova (Svk) +3"06
    3. Lisa Giacobini (Aut) +7"77
    4. Marino Maeda (Gia) +17"02
    5. Alena Vesela (Cze) +19"93
    6. Federica Milesi (Ita) +22"03

    Monica Ferrighetto (Ita) ritirata
    Chiara Milesi (Ita) ritirata


    Ordine d'arrivo SC maschile Mondiali juniores Stitna Nad Vari (Cze):
    1. Filip Machu (Cze) 57"85
    2. Jan Borak (Cze) +0"8
    3. Martin Bartak (Cze) +0"61
    4. Vaclav Macat (Cze) +0"91
    5. Genki Arai (Gia) +0"98
    6. Daniele Buio (Ita) +1"00
    7. Filippo Zamboni (Ita) +1"02
    8. Davide Saviane (Ita) +1"23
    9. Adam Masar (Svk) +1"34
    10. Jan Kasicky (Cze) +2"88

    14. Nicolò Libardoni (Ita) +3"71
    16. Alessandro Martinelli (Ita) +4"44
    19. Davide Nieddu (Ita) +9"48
    Marco Combi (Ita) ritirato
    Andrea Binelli (Ita) ritirato
    Nicolò Schiavetti (Ita) ritirato

  18. Arrivano le prime due medaglie per l'Italia nei Mondiali juniores in corso di svolgimento a Stitna nad Vlari, in Repubblica Ceca. Il merito è di Davide Saviane e Filippo Zamboni, rispettivamente argento e bronzo in supergigante alle spalle del grande favorito Martin Bartak, al secondo alloro in due giorni di competizioni. Il ritardo del bellunese e del trentino è stato rispettivamente di 50 e 62 centesimi dal vincitore, in una gara dai distacchi risicati, come è confermato dal quarto posto di Vaclav Macat, giunto ad appena tre centesimi dal podio. Molto bene in casa Italia anche Nicolò Schiavetti, quinto a 76 centesimi e Marco Combi, nono a 1"07, merntre Daniele Buio è finito undicesimo a 1"51, Alberto Binelli quindicesimo a 2"01, Nicolò Libardoni diciottesimo a 2"08, Alessandro Martinelli venticinquesimo a 3"12, Davide Nieddu trentunesimo a 3"90. Per Saviane si tratta della settima medaglia in carriera a livello di Mondiali juniores, per Zamboni è la prima presenza.

    In campo femminile, seconda vittoria consecutiva per la giapponese Chisaki Maeda, che stacca anche in questo caso la sorella Marino Maeda di 60 centesimi. bronzo alla ceca Sarka Abramahova a 84 centesimi. La migliroe delle azzurre è Monica Ferrighetto, sesta a 2"25, tre posizioni meglio di Federica Milesi, nona a 4"30. Venerdì 2 agosto terza giornata di gare con la supercombinata alle ore 10.45 e 14.30. 

    Ordine d'arrivo SG maschile Mondiali juniores Stitna Nad Vlari (Cze):
    1. Martin Bartak (Cze) 31"47
    2. Davide Saviane (Ita) +0"50
    3. Filippo Zamboni (Ita) +0"62
    4. Vaclav Macat (Cze) +0"65
    5. Nicolò Schiavetti (Ita) +0"76
    6. Roland Schloegl (Aut) +0"86
    7. Filip Machu (Cze) +0"91
    8. Jan Borak (Cze) +1"00
    9. Marco Combi (Ita) +1"07
    10. Genki Arai (Gia) +1"48

    11. Daniele Buio (Ita) +1"51
    15. Andrea Binelli (Ita) +2"01
    25. Alessandro Martinelli (Ita) +3"12
    31. Davide Nieddu (Ita) +3"90

    Ordine d'arrivo SG femminile Mondiali juniores Stitna Nad Vlari (Cze):
    1. Chisaki Maeda (Gia) 31.46
    2. Marino Maeda (Gia) +0"60
    3. Sarka Abrahamova (Cze) +0"84
    4. Nikola Fricova (Svk) +2"00
    5. Alena Vesela (Cze) +2"06
    6. Monica Ferrighetto (Ita) +2"25
    7. Lisa Giacobini (Aut) +2"39
    8. Julia Jaehnigen (Ger) +4"15
    9. Federica Milesi (Ita) +4"30
    10. Vanesa Drahovska (Svk) +4"57

    12. Chiara Milesi (Ita) +7"26
  19. Italiani subito a ridosso del podio nella prima giornata dei Campionati Mondiali di sci d'erba che hanno preso il via sulla pista ceca di Stitna Nad Vlari con un gigante. Il successo nella gara maschile è andato come da pronostico al grande favorito della vigilia e leader in Coppa del mondo, il padrone di casa Martin Bartak, che ha preceduto con il tempo di 1'03"86 io conanzionale Filip Machu di 53 centesimi e il giapponese Genki Arai di 56 centesimi, ma alle loro spalle si è insidiata una lunga fila di azzurri. A cominciare da Filippo Zamboni,quarto a pari merito con il ceco Jakub Sevcik, seguito da Daniele Buio sesto, Nicolò Schiavetti settimo e Marco Combi ottavo. Leggermente più attardati Andrea Binelli dodicesimo, Nicolò Libardoni sedicesimo e Alessandro Martinelli, ritirati nella manche d'apertura Davide Saviane e Davide Nieddu.

    In campo femminile dominio nipponico con le sorelle Chisaki e Marino Maeda al primo e secondo posto, separate da 2"28, bronzo alla slovacca Nikola Fricova a 2"82. Ottavo posto per Chiara Milesi, fuori nella prima manche Federica Milesi e Monica Ferrighetto. Giovedì 1 agosto il programma prevede la disputa dei due supergiganti a partire dalle ore 13.45.   

    Ordine d'arrivo GS maschile Mondiali juniores Stitna Nad Vlari (Cze):
    1. Martin Bartak (Cze) 1'03"86
    2. Filip Machu (Cze) +0"53
    3. Genki Arai (Gia) +0"56
    4. Jakub Sevcik (Cze) +0"58
    4. Flippo Zamboni (Ita) +0"58
    6. Daniele Buio (Ita) +1"16
    7. Nicolò Schiavetti (Ita) +2"11
    8. Marco Combi (Ita) +2"32
    9. Ralph Zuberbuehler (Svi) +2"49
    10. Sebastian Posch (Aut) +3"60

    12. Andrea Binelli (Ita) +3"98
    16. Nicolò Libardoni (Ita) +4"36
    19. Alessandro Martinelli (Ita) +5"60

    Ordine d'arrivo GS femminile Mondiali juniores Stitna Nad Vlari (Cze):
    1. Chisaki Maeda (Gia) 1'05"35
    2. Marino MAeda (Gia) +2"28
    3. Nikola Fricova (Svk) +2"82
    4. Alena Vesela (Cze) +3"48
    5. Lisa Giacobini (Aut) +5"92
    6. Julia Jaehnigen (Ger) +8"00
    7. Vanessa Drahovska (Svk) +8"61
    8. Chiara Milesi (Ita) +19"24