Ski news: Snowboard

  1. Solo la matematica separa Roland Fischnaller dalla Cdm generale di parallelo, la prima della sua carriera. Per il 39enne di Funes, che solo sei giorni fa ha festeggiato la vittoria della coppa di specialità di PGS, la sfera di cristallo più importante è ormai da un passo, e già a Blue Mountain potrebbe arrivare il tanto agognato verdetto. Il margine dal suo principale inseguitore, il tedesco Stefan Baumeister, ammonta a ben 2835 punti, un bottino importante quando mancano solo quattro prove alla fine della stagione.

    In terra canadese si svolgeranno ben due giganti paralleli e l'occasione è più che mai ghiotta: l'altoatesino sogna di arrivare alla tappa di casa, quello del prossimo 10 marzo a Livigno, con il titolo in tasca. Roland parteciperà alle due prove programmate a Blue Mountain con diversi compagni convocati dal direttore sportivo Cesare Pisoni, tra i quali Aaron March, Daniele Bagozza, Mirko Felicetti, Maurizio Bormolini, Edwin Coratti e Nadya Ochner, quest'ultima reduce dal primo podio stagionale a Pyeongchang. L'appuntamento è per le giornate di sabato e domenica sempre alle ore 19: la diretta tv sarà garantita da Eurosport.
  2. Alla meravigliosa carriera di Roland Fischnaller mancavano pochi tasselli e sulla pista olimpica di PyeongChang lo straordinaro campione altoatesino di Funes ha compiuto un'altra favolosa impresa. Il successo numero 18 della carriera in Coppa del mondo arrivato nel PGS coreano (il 41simo podio complessivo) consente all'alpino di alzare al cielo con due gare d'anticipo il trofeo di specialità. Dopo i due trionfi nel 2016 e 2018 nello slalom parallelo, arriva per la prima volta questo importante riconoscimento per una carriera sempre vissuta ai massimi livelli, e anche questa volta Fisch ha voluto stupire, realizzando il miglior tempo nelle qualifiche, rimanendo imbattuto anche nella fase a eliminazione diretta, su una pista resa durissima dalla pioggia della notte e dal vento alzatosi di prima mattina, che ha reso il manto nevoso una lasra di ghiaccio. I battuti sono stati via via Aaron March, Benjamin Karl, Andrey Sobolev e Dmitry Loginov, tutti avversari pericolosi, che si sono tuttavia arresi alla sua superiorità.    

    "Sono molto orgoglioso di quanto sono riuscito a fare - ha raccontato alla fine Roland -, posso dire di avere la migliore tavola e il migliore settaggio sul circuito, su questa pista molto brutta e ghiacciata, ero l'unico che mi potevo permettere certe pieghe e ne ho tratto un gran vantaggio. Mancano due gare alla conclusione e ho raggiunto l'obiettivo, tutto ci mi regala una grande tranquillità per continuare a dare il meglio di me". Mi manca la vittori nella classifica generale (slalom+gigante, ndr), ma ci penseremo nelle prossime settimane. Il primo pensiero a mia figlia Heidi, somiglia molto come carattere a mia mamma e quando sono partito per la Corea, mi ha chiesto di vincere e non tornare a casa senza essere salito sul podio più alto".

    Molto bene in campo femminile anche Nadia Ochner, capace di rompere il ghiaccio e agguantare il primo podio stagionale a livello individuale con il secondo posto, dopo avere ceduto nella big final solamente alla svzzera Julie Zogg. "Sono felice del piazzamento - ha detto Nadya -, oggi ero molto sciolta, sono riuscita a trasmettere in gara quello che faccio uotidianamente in allenamento. Avere in squadra un campione come Fischnaller è una garanzia, anche in allenamento sai sempre che lui rappresenta il meglio, è un esempio per tutti".

    Emizionato anche il direttore tecnico Cesare Pisoni. "Prima di affrontare Loginov nella big final, Fischnaller mi ha detto per radio che avrebbe sfatava il tabù che quest'anno il vincitore della qualifica non aveva mai vinto la gara, e ci è riuscito in condizioni difficilissime. Adesso rimangono due gare in Canada, dove anche gli altri nostri ragazzi avrannno l'opportunità di prendersi la rivincita".

    Ordine d'arrivo PGS maschile PyoenghChang (Kor):
    1. Roland Fischnaller (Ita)
    2. Dmitry Loginov (Rus)
    3. Andrey Sobolev (Rus)
    4. Alexander Payer (Aut)
    5. Igor Sluev (Rus)
    6. Stefan Baumeister (Ger)
    7. Benjamin Karl (Aut)
    8. Daniele Bagozza (Ita)

    11. Edwin Coratti (Ita)
    16. Aaron March (Ita)
    19. Mirko Felicetti (Ita)
    32. Maurizio Bormolini (Ita)

    Ordine d'arrivo PGS femminile PyoenghChang (Kor):
    1. Julie Zogg (Svi)
    2. Nadya Ochner (Ita)
    3. Ladina Jenny (Svi)
    4. Ramona Hofmeister (Ger)
    5. Daniela Ulbing (Aut)
    6. Melanie Hochreiter (Ger)
    7. Milena Bykova (Rus)
    8. Haerim Joeng (Kor)
  3. Successo di Emiliano Lauzi nella tappa di Coppa Europa di big air disputata a Davos, in Svizzera. Il milanese ha preceduto in classifica gli svizzeri Nicolas Huber e Wendelin Gauger, con lo sloveno Naj Mekinc quarto e il francese Noe Larochaix quinto, per quello che è il suo terzo successo nel circuito continentale, che giunge a distanza di quattro anni di distanza dall'ultimo. Fuori dalla top ten gli altri azzurri, con Leo Framarin dodicesimo, Davide Boggio quindicesimo, Nicola Liviero diciannovesimo. In campo femminile la belga Evy Poppe ha preceduto le francesi Lucie Silvestre e Thalie LArochaix. Settima e azurra migliore classificata è risultata Marilu Poluzzi, seguita da Emma Gennero sedicesima.
  4. La Cdm di parallelo lascia l'Europa e si trasferisce in Corea del Sud, precisamente a Pyeongchang per il settimo appuntamento della stagione. Sabato 22 febbraio infatti, i protagonisti saranno impegnati in un gigante parallelo, dove il grande favorito sarà Roland Fischnaller, capace di salire per ben tre volte sul podio (due vittorie ed un secondo posto) nelle quattro gare di specialità fino ad ora disputate. Il 39enne di Funes inoltre, conduce la classifica generale con quasi 2000 punti in più sul primo inseguitore, l'austriaco Andrea Prommegger.

    Oltre a Roland Fischnaller, il team azzurro guidato da Cesare Pisoni presenterà ai nastri di partenza altri atleti tra cui Aaron March, Mirko Felicetti, Maurizio Bormolini, Nadya Ochner, Daniele Bagozza ed Edwin Coratti, gli ultimi due con un successo a testa in questa stagione. L'appuntamento è per le ore 6 di sabato con le finali precedute come di consueto dalle qualificazioni.
  5. Dopo un 2019 di grandi successi legati al mondo dello sport e delle maggiori competizioni, tra cui la conquista del titolo di Comune Europeo dello Sport 2019 e l’elezione a sede Olimpica delle gare di snowboard e freestyle per le Olimpiadi Invernali Milano Cortina 2026, Livigno inizia questo 2020 conquistando un ruolo sempre più importante nel mondo dello Snowboard. Già in passato designata per la Coppa Europa di Snowboard e confermata anche per le gare di questo 2020, sede anche di grandi eventi di eco mondiale come il World Rookie Fest, il più famoso evento di snowboard giovanile, Livigno si prepara ad accogliere, il 10 marzo 2020, un'altra importantissima competizione legata al mondo dello snowboard, la Gara di Coppa del Mondo di Snowboard parallelo.

    A partire da domenica 8 marzo 2020, il Piccolo Tibet aprirà le porte ai campioni di tutto il mondo, che fino al 9 marzo potranno finire la loro preparazione sulle piste livignasche e partecipare ad attività riservate esclusivamente a loro. Riflettori puntati quindi su Livigno durante l’intera giornata di martedì 10 marzo: location della gara sarà l'impianto "Campo Scuola nr.23", sede della Scuola Sci Centrale Livigno; si inizierà alle 14:00 con le qualifiche, che si concluderanno alle ore 16:00 e che lasceranno poi il posto, dalle 18:00 alle 19:00, alle finali in notturna, che saranno trasmesse in diretta tv sui canali Rai e da diverse emittenti straniere.

    L’elenco completo dei partecipanti a questa prestigiosissima gara si avrà solo a febbraio, ma certa è la presenza di Maurizio Bormolini, atleta di casa e del Livigno Team, che con questa competizione inizierà simbolicamente a percorrere la strada che lo porterà, sempre a Livigno, alle Olimpiadi Invernali di Milano Cortina 2026. Inoltre, per Maurizio quella di Livigno può essere la gara davvero decisiva per vincere la coppa di specialità. Nella classifica generale di coppa aggiornata ad oggi, ben 5 atleti italiani occupano un posto tra le prime 10 posizioni: accanto a Maurizio Bormolini ci sono Roland Fischnaller (in testa alla classifica), Daniele Bagozza, Edwin Coratti e Mirko Felicetti, che sicuramente vedremo tra i protagonisti della gara di Livigno il prossimo 10 marzo. Per tutte le news sulla gara, sulle altre competizioni e per avere più informazioni sul Piccolo Tibet: livigno.eu.
  6. In attesa di riprendere il cammino in Cdm dopo la tappa di Piancavallo, i big del parallelo si ritroveranno il prossimo 5 febbraio a Livigno (Ita) per tre giornate di allenamento in gruppo. Convocati dal direttore sportivo Cesare Pisoni, lavoreranno agli ordini degli allenatori Alessio Amorth e Rudy Galli cinque azzurri tra cui Edwin Coratti, Daniele Bagozza, Maurizio Bormolini, Nadya Ochner e Roland Fischnaller, quest'ultimo sempre più lanciato verso la conquista della sfera di cristallo.

    La squadra A tornerà protagonista a Lackenhof, in Austria, il prossimo 13 e 14 febbraio, mentre nel weekend sarà il turno del team B, il quale si sposterà a Lenzerheide (Sui) per partecipare a ben quattro slalom di Coppa Europa. Al via ci saranno Marc Hofer, Sindy Schmalzl, Elisa Caffont, Gabriel Messner, Aline Moroder, Giulia Gaspari, Alice Lombardi e Lucia Dalmasso.

    Fino a sabato 8 febbraio saranno impegnati anche gli atleti di Coppa Europa/Giovani di snowboardcross a Colere (Ita), dove sono programmati degli allenamenti seguiti da una gara FIS: parteciperanno Alessandro Canalia, Devin Castello, Ester Gross, Alessandro Cannatà, Sofia Groblechner, Thomas Belingheri, Caterina Carpano. Sono in sette così come i giovani di slopestyle snowboard a lavoro sull'Alpe di Siusi da mercoledì 4 febbraio. Insieme agli allenatori Jacopo Thomain e Davide Cecconi, ci sono Milko de Feo, Edoardo Giovannini, Matilde Pizzutto, Elia Fuser, Marilù Poluzzi, Leo Framarin ed Emma Gennero.
  7. Ottima qualifica di Emiliano Lauzi nello slopestyle maschile di Coppa del mondo a Mammoth Mountain, negli Stati Uniti. Il milanese ha realizzato il quinto punteggio nella heat 2 con 78.25, piazzandosi alle spalle del padrone di casa Dusty Jenricksen (94.99), del giapponese Ryoma Kimata (86.50dell'altro statunitense Luke Winkelmann 83.25) e del belga Seppe Smits (81.00), e sabato 1 febbraio si giocherà il successo nella finale a sedici. Niente da fare invece per Loris Framarin, trentesimo con 35.50 punti, e Nicola Liviero, trentacinquesimo con 25.50. 
  8. E' ancora grande Italia nella seconda gara di snowboardcross valevole per la Coppa del mondo che si è disputata sulla pista canadese di Big White. Il merito è di Lorenzo Sommariva, genovese di nascita ma valdostano d'adozione, ha messo in fila la concorrenza nella big final, battendo l'austriaco Jakob Dusek e lo statuntitense Senn Leith, mettendo a segno un prestigioso bis dopo quello di dicembre sulla pista casalinga di Cervinia. "La visibilità era pessima, però ho vinto e quindi va benissimo", ha esclamato alla fine Sommariva, in una giornata che ha visto Emanuel Perathoner chiudere al quinto posto, mentre Omar Visintin (re della prima gara) è stato eliminato nei quarti di finale. La classifica generale vede lo stesso Sommariva salire al comando con 2500 punti, alle sue spalle Haemmerle con 2160, Grondin con 1940 e Visintin con 1890.

    Nella gara femminile si è spento sul traguardo il sogno di Michela Moioli di mettere a segno la doppietta. La campionessa olimpica in carica, dopo avere dominato sabato, sembrava in grado di ripetersi fino a pochi metri dalla conclusione della big final, invece è stata preceduta di un nulla dall'australiana, il podio numero 38
    della carriera le consente comunque di consolidare la prima posizione nella classifica di specialità. Brava anche Sofia Belingheri, quarta, fuori nei quarti di finale Raffaella Brutto. La bergamasca tocca quota 3600 punti in classifica davanti a Brockhoff con 2900.

    Ordine d'arrivo SBX maschile Big White (Can):
    1. Lorenzo Sommariva (Ita)
    2. Jakob Dusek (Aut)
    3. Senn Leith (Usa)
    4. Julian Lueftner (Aut)
    5. Emanuel Perathoner (Ita)
    6. Alessandro Haemmerle (Aut)
    7. Lukas Pachner (Aut)
    8. Lucas Eguibar (Spa)

    13. Omar Visintin (Ita)
    20. Filippo Ferrari (Ita)
    31. Michele Godino (Ita)
    37. Tommaso Leoni (Ita)
    38. Matteo Menconi (Ita)

    Ordine d'arrivo SBX femminile Big White (Can):
    1. Belle Brockhoff (Aus)
    2. Michela Moioli (Ita)
    3. Faye Gulini (Usa)
    4. Sofia Belingheri (Ita)
    5. Eva Samkova (Cze)
    6. Nelly Moenne Loccoz (Fra)
    7. Lara Casanova (Svi)
    8. Sina Siegenthaler (Svi)

    13. Raffaella Brutto (Ita)
  9. Nadya Ochner e Daniele Bagozza hanno infiammato i tifosi azzurri giunti a Piancavallo, per godersi la gara a squadre di snowboard parallelo. I due italiani, autori di una cavalcata eccezionale, si sono dovuti arrendere in finale davanti ai tedeschi Ramona Theresia Hofmeister e Stefan Baumeister, vincitori nove giorni fa della medesima prova disputata a Bad Gastein. Il team guidato da Cesare Pisoni può festeggiare l'ennesimo podio, questo dal sapore molto particolare perchè ottenuto in casa e in una località che tanto ha lavorato per ospitare una tappa della Cdm. Il terzo gradino del podio invece porta la firma del team austriaco composto da Claudia Riegler ed Andreas Prommegger. Buono anche il percorso di Sindy Schmalzl e Maurizio Bormolini, eliminati quarti di finale proprio dai compagni finalisti, mentre si sono fermati alle pre-final Dalmasso/Coratti e Moroder/March.

    Ordine d'arrivo PSL Team Cdm Piancavallo (Ita):
    1. GERMANIA 1 (HOFMEISTER Ramona Theresia/BAUMEISTER Stefan)
    2. ITALIA 1 (OCHNER Nadya/BAGOZZA Daniele)
    3. AUSTRIA 1 (RIEGLER Claudia/PROMMEGGER Andreas)

    10. ITALIA 5 (SCHMALZL Sindy/Bormolini Maurizio)
    18. ITALIA 3 (DALMASSO Lucia/CORATTI Edwin)
    21. ITALIA 4 (MORODER Aline/MARCH Aaron)
  10. Giornata da ricordare per lo snowboardcross italiano che lascia impresso a chiare lettere il tricolore sulla pista canadese di Big White, nella Colombia Britannica. Michela Moioi e Omar Visintin sono stati i dominatori delle due gare, con la collaborazione di una velocissima Raffaella Brutto, piazzatasi terza dietro all'australiana Belle Brockhoff nella big final femminile, in cui la campionessa olimpica ha dato prova di assoluta superiorità, scattando addirittura in testa dai blocchi di partenza, senza più guardarsi indietro. Per Michela si tratta del successo numero 12 della carriera che consolida il suo primato in vetta alla classifica a quota 2800 punti contro i 1900 della Brockhoff e i 1760 della Samkova. L'Italia festeggia come detto anche il ritorno sul podio di Brutto, che non arrivava fra le migliori tre dal lontano 2014, positiva anche Sofia Belingheri, quinta e vincitrice della small final. "Da quando sono arrivata qui in Canada mi sono messa in testa che volevo vincere e ho vinto - racconta Moioli -, è stata una gara difficile perchè la visibilità non era delle migliori e la tensione è sempre alta, ma sono stata più forte di tutto".

    Condotta da incorniciare anche per Omar Visintin, sempre lucido nelle scelte di ogni singola run, fino alla finalissima in cui ha preceduto il canadese Eliot Grondin e lo statunitense Alex Deibold per il suo quinto sigillo in coppa che ne rilancia le ambizioni a quota 1690 punti, in seconda posizione dietro a Haemmerle con 1760. Fuori nei quarti di finale Emanuel Perathoner, negli ottavi di finale si sono fermati Matteo Menconi, Filippo Ferrari, Lorenzo Sommariva e Michele Godino. "Questo tipo di tracciato esalta le mie caratteristiche - ha spiegato alla fine Visintin -, salire sul gradino più alto del podio è sempre una grande emozione". Domenica 26 gennaio si replica con un'altra gara individuale che sostituisce la prova a squadra originariamente prevista,al fine di recuperare la data di Feldberg che era prevista per l'1 febbraio, ma è stata cancellata.

    Ordine d'arrivo SBX femminile Big White (Can):
    1 MOIOLI Michela 1995 ITA 1000.00
    2 BROCKHOFF Belle 1993 AUS 800.00
    3 BRUTTO Raffaella 1988 ITA 600.00
    4 MOENNE LOCCOZ Nelly 1990 FRA 500.00
    5 BELINGHERI Sofia 1995 ITA 450.00
    6 SAMKOVA Eva 1993 CZE 400.00
    7 GULINI Faye 1992 USA 360.00
    8 BANKES Charlotte 1995 GBR 320.00

    Ordine d'arrivo SBX maschile Big White (Can):
    1 VISINTIN Omar 1989 ITA 1000.00
    2 GRONDIN Eliot 2001 CAN 800.00
    3 DEIBOLD Alex 1986 USA 600.00
    4 KOBLET Kalle 1997 SUI 500.00
    5 HUEFTNER Julian 1993 AUT 450.00
    6 HAEMMERLE Alessandro 1993 AUT 400.00
    7 ACHNER Lukas 1991 AUT 360.00
    8 HILL Kevin 1986 CAN 320.00

    14 PERATHONER Emanuel 1986 ITA 180.00
    17 MENCONI Matteo 1994 ITA 140.00
    20 FERRARI Filippo 1999 ITA 110.00
    21 SOMMARIVA Lorenzo 1993 ITA 100.00
    24 GODINO Michele 1992 ITA 70.00