Ski news: Snowboard

  1. Stagine finita per Emanauel Perathoner. Il 34enne del Centro Sportivo Esercito, impegnato a Colere (Bg) nel raduno delle squadre di snowboardcross di Coppa del mondo e Coppa Europa, si è procurato la frattura del piatto tibiale della gamba sinistra e verrà operato nella giornata di venerdì 15 gennaio presso l'Istituto Ortopedico Galeazzi di Milano dai dottori Andrea Panzeri e Gabriele Thiebat della Commissione Medica FISI. Sulla pista bergamasca sono in programma sabato 16 e domenica 17 gennaio due gare FIS alle quali prenderanno parte Omar Visintin, Lorenzo Sommariva, Tommaso Leoni, Filippo Ferrari, Michele Godino, Francesca Gallina, Raffaella Brutto, Michela Moioli, Sofia Belingheri, Thomas Belingheri, Devin Castello, Matteo Menconi, Caterina Carpano

    Nel fine settimana si disputano anche un paio di gare di Coppa Europa di gigante parallelo nelle quali gareggeranno Marc Hofer, Gabriel Messner, Lucia Dalmasso, Giulia Gaspari e Jasmin Coratti.
  2. Nonostante la stagione di Coppa del Mondo di Snowboard Cross non sia certamente iniziata nei migliori dei modi date le varie cancellazioni e posticipazioni, la gara in Valmalenco si presenta con una vera e propria novità. Nel primo weekend della stagione, infatti, si disputeranno non una ma ben due tappe di Coppa del Mondo di snowboardcross.

    I migliori snowboarders a livello mondiale sia in campo maschile sia femminile, si sfideranno a tutta velocità lungo un tracciato di 700 metri che presenta numerosi passaggi con gobbe e curve adrenaliniche, cercando in tutti i modi di ottenere il miglior risultato nel minor tempo possibile per potersi così aggiudicare la vittoria finale ed ottenere la tanto ambita medaglia d’oro.

    Tutti i team di atleti sono pronti a combattere per mantenere le posizioni in classifica guadagnate lo scorso anno e a conquistare un posto sul podio: dalla squadra italiana con la presenza della campionessa olimpica Michela Moioli, a quella francese, austriaca, spagnola, ceca, statunitense fino a quella australiana.

    Si inizia venerdì 22 gennaio con la giornata ufficiale di qualifiche. Ogni atleta dovrà dare il massimo in pista per ottenere un ottimo punteggio che sarà poi tenuto in considerazione per stilare la classifica di partenza delle finali dei due giorni seguenti: alle 10.15 è il turno delle atlete femminili, mentre alle 11 sarà il momento di scendere in pista per gli uomini.

    Sabato 23 gennaio a partire dalle ore 13.30, si dà il via al primo giorno di competizione vera e propria con la 1° Tappa di Coppa del Mondo di SBX 2021: gli atleti si sfideranno nelle gare a livello individuale mostrando le loro migliori qualità in fatto di velocità, equilibrio e performance per ottenere la vittoria finale. Terminata la sfida, alle ore 14.50 seguirà la premiazione.

    Domenica 24 gennaio, invece, alle 14.00 si chiude in bellezza il weekend più adrenalinico dell’anno con la 2° Tappa di Coppa del Mondo di SBX 2021, durante la quale gli atleti, per il secondo giorno consecutivo, gareggeranno a colpi di tavola lungo i 700 metri del tracciato. Anche nella seconda giornata di gara alle ore 15.00 ci sarà la premiazione in cui il miglior atleta femminile e maschile si aggiudicherà il podio.

    SBX World Cup Valmalenco si svolgerà a porte chiuse e sarà trasmessa in diretta nazionale in onda TV sul canale RAI SPORT e su canali TV internazionali.

    "Manca ormai sempre meno a SBX World Cup Valmalenco e siamo davvero contenti di come siamo riusciti a portare avanti il progetto anche se ci dispiace molto per le tappe che sono state cancellate" - commenta Francesca Vismara Pr & Marketing Director Valmalenco Bernina Ski Resort - "Ora come ora siamo concentrati sugli ultimi ma fondamentali dettagli della gara: dalla costruzione della pista all’organizzazione della rampa di partenza, per rendere tutto perfetto e pronto per gli atleti".

    Si ringrazia anche Regione Lombardia a conferma dell’importanza delle attività sportiva a livello sia comunale sia regionale. "Specialità olimpica di grande spettacolarità, lo Snowboardcross animerà per tre giorni le nostre splendide montagne. Neve in abbondanza e un percorso di grande livello aspettano i big mondiali per il primo evento dell'anno" - sottolinea Antonio Rossi, sottosegretario alla Presidenza della Regione Lombardia con delega ai Grandi eventi sportivi e allo Sport – "Giocare in casa regalerà alle azzurre e agli azzurri forti stimoli. A causa dell'emergenza Covid-19, purtroppo, non potranno contare sul calore del pubblico delle grandi occasioni. Io, comunque, sarò a tifare a bordo pista e farò sentire alla nostra squadra il supporto di tutta la Lombardia, l'ho promesso a Michela Moioli. Anche per la Valmalenco quest'appuntamento riveste un'importanza rilevante. Due prove di Coppa con date così ravvicinate rappresentano, infatti, una bella sfida ma sono sicuro che gli organizzatori faranno, come già in passato, un lavoro impeccabile".

    Inoltre, un ruolo fondamentale a supporto dell’evento dato a Cancro Primo Aiuto Onlus da sempre attiva in ambito sportivo, FIS (Federazione Internazionale Sci) e FISI (Federazione Italiana Sport Invernali).
  3. Aaron March torna ad assaporare la gioia del successo in Coppa del mondo a distanza di quasi dieci anni dal primo e sinora unico trionfo conseguito a Mosca nel marzo 2010. Il 34enne del Centro Sportivo Esercito è salito sul gradino più alto del podio in una gara al cardiopalma che lo ha visto rincorrere sin dalle qualificazioni, concluse con il quindicesimo tempo. Una volta superato il taglio, ha superato i quarti di finale l'austriaco Alexander Payer, poi in semifinale si è imposto sull'austriaco Andreas Prommegger e nella big final ha approfittato della squalifica del russo Dmitru oginov che lo aveva battuto per un'inforcata.

    "Dopo la qualifica ero arrabbiato perchè non ero riuscito a mostrare ciò che sono capace di fare - ha dichiarato alla fine March -. Volevo dimostrare a me stesso che riesco a fare meglio e ci sono riuscito. Il feeling era buono con la pista, la vittoria è stata una bella soddisfazione. A Carezza nel mese di dicembre sono finito fuori per un centesimo, oggi quel centesimo mi è stato restituito con gli interessi. Rivincere a distanza di 10 anni significa che ci ho sempre creduto, in tutto questo punto mi è capitata un po' di sfortuna e  ogni tanto è stata colpa mia. Quest'anno mi sento molto bene sia di testa che di fisico, dedico la vittoria alla mia compagna Andrea e a mia figlia Alina". Fuori nei quarti di finale Daniele Bagozza e negli ottavi Mirko Felcietti, la squadra azzurra aveva perduto nelle qualificazioni del mattino Maurizio Bormolini (ventesimo), Roland Fischnaller (ventiseiesimo) ed Edwin Coratti (trentunesimo).

    Niente da fare anche per Nadya Ochner in campo feminile: l'altoatesina ha concluso con il ventiduesimo tempo le qualificazioni. La fase finale ha premiato la russa Sofia Nadyrshina davanti alle tedesche Cheyenne Loch e Selina Joerg.  

    Ordine d'arrivo PSL maschile Bad Gastein (Aut):
    1. Aaron March (Ita)
    2. Dmitry Loginov (Rus)
    3. Andreas Prommegger (Aut)
    4. Igor Sluev (Rus)
    5. Andrey Sobolev (Rus)
    6. Dmitry Sarsembaev (Rus)
    7. Alexander Payer (Aut)
    8. Daniele Bagozza (Ita)

    11. Mirko Felicetti (Ita)
    20. Maurizio Bormolini (Ita)
    26. Roland Fischnaller (Ita)
    31. Edwin Coratti (Ita)

    Ordine d'arrivo PSL femminile Bad Gastein (Aut):
    1. Sofia Nadyrshina (Rus)
    2. Cheyenne Loch (Ger)
    3. Selina Joerg (Ger)
    4. Julie Zogg (Svi)
    5. Anastasia Kurochkina (Rus)
    6. Michelle Dekker (Ola)
    7. Patrizia Kummer (Svi)
    8. Ladina Jenny (Svi)

    22. Nadya Ochner (Ita)

    March Aron BadGastein 12 01 2021
  4. Risultati a sorpresa nel PGS maschile di Coppa del mondo, terza prova di specialità disputata sulla pista svizzera di Scuol. Il successo è andato al russo Igor Sluev, impostosi nella big final sul polacco Michal Nowaczyk, terza posizione posizione per lo sloveno Tim Mastnak ai danni del tedesco Stefan Baumeister. Soltanto un azzurro ha superato il taglio delle qualificazioni: si tratta di Edwin Coratti, dodicesimo e fuori negli ottavi. Primo degli sclusi del mattino Roland Fischnaller davanti a Daniele Bagozza, così la classifica di specialità vede in testa Benjamin Karl con 200 punti davanti a Fischnaller con 164 e Prommegger con 161.

    In campo femminile altro successo russo Sofia Nadyrshina sulla tedesca Ramona Theresia Hofmeister e alla svizzera Julie Zogg, tredicesima Nadya Ochner, l'unica italiana che ha preso il via. In classifica generale Hofmeister raggiunge quota 240 punti davanti a Joerg con 180, Ochner è decima a quota 78.

    Ordine d'arrivo PGS maschile Scuol (Svi):
    1. Igor Sluev (Rus)
    2. Michal Nowaczyk (Pol)
    3. Tim Mastnak (Slo)
    4. Stefan Baumeister (Ger)
    5. Andreas Prommegger (Aut)
    6. Benjamin Karl (Aut)
    7. Nevin Galmarini (Svi)
    8. Dario Caviezel (Svi)

    12. Edwin Coratti (Ita)
    17. Roland Fischnaller (Ita)
    18. Daniele Bagozza (Ita)
    20. Mirko Felicetti (Ita)
    25. Aaron March (Ita)
    42. Maurizio Bormolini (Ita)

    Ordine d'arrivo PGS femminile Scuol (Svi):
    1. Sofia Nadyrshina (Rus)
    2. Ramona Theresia Hofmeister (Ger)
    3. Julie Zogg (Svi)
    4. Claudia Riegler (Aut)
    5. Cheyenne Loch Ger)
    6. Selina Joerg (Ger)
    7. Julia Dujmovits (Aut)
    8. Melaine Hochreiter (Ger)

    13. Nadya Ochner (Ita)
  5. Omar Visintin, Lorenzo Sommariva, Tommaso Leoni, Emanuel Perathoner, Filippo Ferrari, Michele Godino, Francesca Gallina, Raffaella Brutto, Michela Moioli e Sofia Belingheri sono i dieci convocati dal direttore sportivo Cesare Pisoni per il raduno in programma a Cervinia (Ao) da lunedì 4 a venerdì 8 gennaio con gli allenatori uca e Stefano Pozzolini, Riccardo Bagliani e Denis Bellotti.

    Livigno sarà invece la sede dell'allenamento da lunedì 4 a venerdì 8 gennaio della squadra di Coppa del mondo di parallelo con Aaron March, Roland Fischnaller, Mirko Felicetti, Edwin Coratti, Daniele Bagozza, Maurizio Bormolini e Nadya Ochner con i tecnici Rudi Galli e Matteo Artina.

    Il team di slopestyle freesnow è in raduno da venerdì 1 a lunedì 4 gennaio con Emil Zulian, Nicola Liviero e Emiliano Lauzi, seguiti dai tecnici Filippo Kratter, Alessandro Benussi e Patrick Mazzariol, mentre Loris Framarin e Alberto Maffei saranno impegnati da martedì 5 a domenica 10 gennaio a Laax (Svi) per un allenamento che verrà diretto dal tecnico Davide Cecconi.
  6. Dopo cinque anni di digiuno, Emil Zulian torna sul gradino più alto del podio in Coppa Europa. E' accaduto nello slopestyle maschile di Corvatsch, in Svizzera, dove il 23enne trentino di Pozza di Fassa si è aggiudicato la gara che vedeva al via alcuni protagonisti del circuito di Coppa del mondo. Zulian ha preceduto gli svizzeri Nicolas Huber e Moritz Thoenen, infilando il quarto sigillo della carriera, per un totale di sette podi. Nella top ten è presente anche Alberto Maffei nono, mentre Leo Framarin, Ian Mattioli, Nicola Liviero, Loris Framarin ed Emiliano Lauzi sono finiti fuori dai venti. In campo femminile la vittoria è andata all'australiaa Tess Coady davanti alla britannica Mia Brookes e alla belga Loranne Smans, non erano presenti rappresentanti italiane.

    Ordine d'arrivo SBS maschile Corvatsch (Svi):
    1. Emil Zulian (Ita)  320.00
    2. Nicolas Huber (Svi) 265.40
    3. Moritz Thoenen (Svi) 222.55
    4. Moritz Boll (Svi) 188.84
    5. Niek Van der Valden (Ola) 162.25
    6. Niklas Mattsson (Sve) 141.21
    7. Casper Wolf (Ola) 124.50
    8. Federico Chiaradio de la Iglesia (Arg) 111.14

    9. Alberto Maffei (Ita) 100.41
    22. Leo Framarin (Ita) 49.58
    23. Ian Mattioli (Ita) 47.79
    27. Nicola Liviero (Ita) 41.14
    38. Loris Framarin (Ita) 24.21
    39. Emiliano Lauzi (Ita) 22.70
  7. Giornata senza podi per l'Italia nela PGS maschile di Czrezza, seconda prova stagione di specialità in Coppa del mondo. Roland Fichanller, che sulla pista Pra di Tori si impose nel 2011 e 2014, si è giocato le sue chances di podio sino alla semifinale, dove ha ceduto ad Andreas Prommegger e nella finalina di consolazione è stato superato anche dallo sloveno Zan Kosir, e si deve accontentare del quarto posto di giornata, mentre Karl ha trionfato sul connazionale Prommegger. Fischnaller aveva eliminato nei quarti di finale un positivo Daniele Bagozza, autore del miglior tempo complessivo nelle qualificazioni e alla fine quinto, mentre Aaron March ha concluso decimo. Eliminati nelle qualificazioni Edwin Coratti, Mirko Felicetti (miglior tempo nella prima run di qualificazione ma poi uscito nella seconda), Marc Hofer e Fabian Lantschner. Nella classifica di specialità Karl sale a 160 punti contro i 150 di Fischnaller e i 116 di Prommegger, March è quarto con 106 e Bagozza quinto con 85.

    Fra le donne buona prova di Nadya Ochner, spintasi sino ai quarti di finale. L'altoatesina è risultata l'azzurra più competitiva, perchè Jasmine Coratti è finita diciottesima, Giulia Gaspari ventisettesima e Lucia Dalmasso ventottesima. Il successo è andato alla tedesca Ramona Hofmeister sulla svizzera Ladina Jenny e l'altra tedesca Selina Joerg.  

    Ordine d'arrivo PGS maschile Carezza (Ita):
    1. Benjamin Karl (Aut)
    2. Andreas Prommegger (Aut)
    3. Zan Kosir (Slo)
    4. Roland Fischnaller (Ita)
    5. Daniele Bagozza (Ita)
    6. Dario Caviezel (Svi)
    7. Nevin Galmarini (Svi)
    8. Oskar Kwiatkowski (Pol)

    10. Aaron March (Ita)
    20. Edwin Coratti (Ita)
    31. Mirko Felicetti (Ita)
    34. Marc Hofer (Ita)
    51. Fabian Lantschner (Ita)

    Ordine d'arrivo PGS femminile Carezza (Ita):
    1. Ramona Hofmeister (Ger)
    2. Ladina Jenny (Svi)
    3. Selina Joerg (Ger)
    4. Cheyenne Loch (Ger)
    5. Sofia Nadyrshina (Rus)
    6. Nadya Ochner (Ita)
    7. Jessica Kaiser (Svi)
    8. Julie Zogg (Svi)

    18. Jasmine Coratti (Ita)
    27. Giulia Gaspari (Ita)
    28. Lucia Dalmasso (Ita)
  8. Non vedono l’ora di scendere in pista a Carezza: il morale è alto tra gli snowboarder azzurri che domani, giovedì 17 dicembre, saranno impegnati nelle gare di gigante parallelo sulla pista Pra’ di Tori. Le qualificazioni inizieranno alle ore 9, mentre a partire dalle ore 13 sarà la volta delle finali a eliminazione diretta (sistema KO), che saranno trasmesse in diretta televisiva.

    Il sole non fa capolino nel grigio cielo di Carezza, ma le previsioni meteorologiche fanno sperare in condizioni ottimali per la gara di domani. Quello che splende è la voglia di gareggiare degli Azzurri, pronti a continuare sulla strada tracciata a Cortina. Per l'Italia, che ha cominciato nel modo migliore la stagione piazzando cinque atleti nelle prie sei posizioni del PGS di sabato scorso Cortina, saranno in pista Aaron MArch, Roland Fischnaller, Mirko Felicetti, Edwin Coratti, Danele Bagozza, Fabian Lantschner, Marc Hofer, Gabriel Messner, Nadya Ochner, Giulia Gaspari, Lucia Dalmasso e Jasmin Coratti.  

    Dopo gli allenamenti di ieri, oggi gli Azzurri si sono dedicati alla preparazione atletica. “Conosco la pista molto bene - racconta Fischnaller -, bisognerà vedere le condizioni della neve, ma immagino siano molto buone. E bisogna vedere come si svilupperà la gara. Spero di riuscire a fare una buona prestazione come a Cortina. Ho già dato il nome a due cabine dell’ovovia e voglio assolutamente la terza. Quest’anno nessun atleta è ancora sceso su questa pista. Ci sono situazioni a cui ci dobbiamo adeguare, ma noi atleti siamo bravi in questo, visto siamo abituati al fatto che nessuna curva è uguale all’altra. Per questo dovremo dare il massimo. Penso che gli organizzatori abbiano fatto un buon lavoro e credo che come nazionale italiana daremo il meglio. Purtroppo i tifosi non potranno essere qui a sostenerci, ma spero che molti ci guarderanno da casa”. Anche per Aaron March si prospetta una gara interessante: “A Cortina ho iniziato benissimo la nuova stagione. Sono molto contento di quest’ottima prestazione. Al Passo Costalunga siamo su un’altra pista e tutto ricomincia di nuovo… di certo nessuno mi regalerà qualcosa perché sono sceso bene a Cortina. Per questo bisogna spingere. Non vedo l’ora di gareggiare, darò il massimo e vedremo come andrà.”

    Oltre ai due veterani, domani saranno in gara anche altri atleti azzurri di livello internazionale, come il trentino Mirko Felicetti (Moena) e gli altoatesini Edwin Coratti (Curon Venosta) e Daniele Bagozza (Ortisei), arrivati rispettivamente quarto, quinto e sesto a Cortina. Completano il team maschile azzurro impegnato nella seconda gara di Coppa del Mondo i tre snowboarder della nazionale B Marc Hofer (S. Martino in Passiria), Fabian Lantschner (Bolzano) e Gabriel Messner (Funes).

    Anche tra le azzurre la curiosità e la voglia di affrontare la pista sono grandi. “Ieri con gli Azzurri ci siamo allenati a Monte San Pietro. Abbiamo avuto una pista tutta per noi ed è stato bello perché ognuno si è potuto concentrare su di sé. Oggi molti di noi hanno avuto una giornata libera in cui prepararsi per essere pronti per domani”, afferma Nadya Ochner. La snowboarder di Postal, che nel 2018 aveva vinto sulla pista Pra’ di Tori, non vede l’ora di scendere in pista dopo la prestazione meno brillante dello scorso fine settimana a Cortina.

    “Il ricordo di due anni fa logicamente c’è ancora, ma questa è un’altra stagione e tutto inizia da capo. Le sensazioni per quel che riguarda la pista e la gara sono. Non vedo l’ora, perché ci siamo allenati bene e sicuramente sarà una gara eccezionale. Penso che sarà appassionante Non conosciamo le condizioni della pista, non ci siamo ancora stati, ma penso che possiamo fidarci degli organizzatori e di Georg Eisath, che conoscono bene la neve e la pista. Sicuramente hanno fatto il massimo e penso che sarà una gara fantastica.” Nella località ampezzana la ventisettenne si era qualificata per le finali, ma si era fermata agli ottavi e aveva concluso la gara, vinta dalla ceca Ester Ledecka davanti alla tedesca Selina Joerg, in 15a posizione. Meglio di lei aveva fatto la connazionale Lucia Dalmasso, al traguardo con il 13° tempo. Domani, dalle ore 9 in poi Ochner e Dalmasso saranno entrambe impegnate nelle qualificazioni che ammetteranno 16 atlete. Assieme a loro saranno al via anche Jasmin Coratti (Curon Venosta) e Giulia Gaspari (Cortina d’Ampezzo).

    Le gare di gigante parallelo ai piedi del Latemar si svolgeranno senza pubblico, come previsto dalle disposizioni di sicurezza in vigore. Gli altoatesini appassionati di snowboard potranno seguire ugualmente le finali a partire dalle ore 13, guardandole in diretta su Rai Sport o Eurosport Player. Anche ORF Sport + , NBC, POLSAT, BNT, RTV Slovenija e il sito web L’Equipe web trasmetteranno le finali dal vivo, mentre numerose altre emittenti racconteranno nei loro servizi la tappa di Coppa del Mondo di snowboard a Carezza.

    FIS Snowboard World Cup Carezza 2020 – programma:
    Giovedì 17.12.2020
    Ore 9:00: qualificazioni
    Ore 13:00: finali
    Ore 14:20: premiazioni
  9. Una straordinaria Italia guidata da Roland Fischnaller fa il pieno nel PGS maschile che ha aperto al Coppa del mondo sulla pista Tondi di Faloria a Cortina d'Ampezzo. La squadra diretta da Cesare Pisoni ha dominato la gara, piazzando ben cinque nostri rappresentanti ai primi sei posti, con il quarantenne altoatesino dell'Esercito che ha infilato il trionfo numero 19 della carrera, che giunge a distanza di dieci anni esati dal primo trionfo, conquistato nel 2010 a Lmone Piemonte. Fischnaller ha  costruito il suo capolavoro soprattutto in semifinale, quando è stato capace di rimontare una decina di metri di svantaggio all'austriaco Benjamin Karl, poi terzo a scapito di Mirko Felicetti, mentre nella big final Roland ha tento a bada l'altro senatore del team azzurro, Aaron March. In classifica figurano anche due ottimi Edwin Coratti e Daniele Bagozza al quinto e sesto posto. "Ho rischiato tanto in semifinale ma sono riuscito a venirne fuori - ha commentato alla fine Fischnaller -, sono contento perchè questa pista mi regala sempre delle grandi soddisfazioni ed è un modo perfetto per iniziare la stagione, regala grande fiducia a me e a tutti i miei compagni".

    La gara femminile ha premiato la ceca Ester Ledecka davanti al trio di tedesche Selina Joerg, Ramona Hofmeister e Cheyene Loch, con Lucia Dalmasso e Nadya Ochner che hanno superato il taglio per uscire negli ottavi, concludendo al tredicesimo e quindicesimo posto. Il prossimo appuntamento con il circuito è fissato per giovedì 17 dicembre a Carezza, con un altro gigante.  

    Ordine d'arrivo PGS maschile Cortina (Ita):
    1. Roland Fischnaller (Ita)
    2. Aaron March (Ita)
    3. Benjmin Karl (Aut)
    4. Mirko Felicetti (Ita)
    5. Edwin Coratti (Ita)
    6. Daniele Bagozza (Ita)
    7. Andreas Prommegger (Aut)
    8. Sangkyum Kim (Kor)

    23. Marc Hofer (Ita)
    32. Gabriel Messner (Ita)
    44. Fabian Lantschner (Ita)
     
    Ordine d'arrivo PGS maschile Cortina (Ita):
    1. Ester Ledecka (Cze)
    2. Selina Joerg (Ger)
    3. Ramona Hofmeister (Ger)
    4. Cheyenne Loch (Ger)
    5. Ladina Jenny (Svi)
    6. Carolin Langenhorst (Ger)
    7. Julie Zogg (Svi)
    8. Tomoka Takeuchi (Gia)

    13. Lucia Dalmasso (Ita)
    15. Nadya Ochner (Ita)
    28. Jasmin Coratti (Ita)
    39. Giulia Gaspari (Ita)
  10. A Cortina torna lo sport internazionale. Sabato 12 dicembre sulla pista Tondi di Faloria per il sesto anno consecutivo arriva infatti la Coppa del Mondo di snowboard alpino. In un anno così difficile questa tappa assume un ulteriore valore in quanto la prima gara della stagione FIS. Non solo: è inoltre un forte segnale dell’impegno non solo del Comitato ma di tutte le realtà coinvolte nel voler organizzare l’evento nel totale rispetto della sicurezza e del protocollo anti Covid-19.

    Nonostante la difficile decisione di disputare la prima gara della stagione a porte chiuse, grazie alla copertura mediatica Cortina d’Ampezzo coglierà questa importante occasione di visibilità internazionale. Le gesta dei migliori 125 atleti al mondo, suddivisi in 53 donne e 72 uomini, provenienti da 21 nazioni, saranno infatti una garanzia di emozioni, distribuite a livello globale grazie a Infront Sports & Media.

    Le Finali di tappa, dalle 17 alle 18.20 in notturna sulla naturale terrazza dolomitica della pista Tondi di Faloria, saranno trasmesse in diretta televisiva sui canali Rai Sport e Eurosport Player. Ma anche su Eurosport 1 Asia, ORF Sport+ (Austria), BNT 3 (Bulgaria), CBC Sports Streaming (Canada), L'Equipe Web (Francia), Network 4 Arena+ (Ungheria), Sport1 (Lituania), Polsat Sports News (Polonia), SLO2 (Slovenia), SRF Zwei (Svizzera) e Olympic Channel NBC (Stati Uniti).
    Non solo: tante altre le emittenti internazionali che veicoleranno le immagini trasmesse dal Faloria e che raggiungeranno il pubblico di Cina, Repubblica Ceca, Danimarca, Olanda, Francia, Germania, Giappone, Spagna e Portogallo.

    Denis Constantini, presidente Comitato Organizzatore: “È stata una sfida veramente difficile ma oramai ci siamo. Il nostro comitato ha fatto tutto il possibile per poter organizzare questa prima gara, dal punto di vista economico, sanitario e di sicurezza ma anche logistico viste le abbondanti nevicate degli scorsi giorni. La pista è pronta, al suo meglio come per ogni edizione e domani è il momento dei grandi atleti internazionali”.